Giorgia Benetti, da anni una delle migliori giocatrici del campionato italiano, si ritrova sul mercato dopo il forfait delle Lupe – cliccare qui per approfondire la notizia –. La giocatrice veneta sta valutando con serenità tutte le proposte che ha ricevuto dal Veneto e fuori per fare una “scelta intelligente” che possa realizzarla dal punto di vista sportivo ma anche da quello lavorativo e privato. Di seguito le sue dichiarazioni rilasciate in esclusiva ai microfoni di ladyfutsal.com.

Penso che la stagione appena trascorsa abbia fatto vedere una qualità e un livello del futsal femminile italiano non indifferente. Penso che la serie A d’Elite abbia dato grande spettacolo. Si può e si deve ancora crescere, sia sotto l’aspetto qualitativo, di gioco, ma anche di organizzazione societaria. E’ nata anche la nazionale femminile e ciò deve essere per le società e per noi giocatrici un grosso stimolo per continuare a credere e lavorare intensamente. Ed è quello che voglio fare io, rimboccarmi le maniche per crescere e migliorare ancora. Penso sia uno degli aspetti che portano lo sport ad essere così importante e bello da praticare…

Dove giocherò? Per il prossimo anno ancora non so, abbiamo appreso che la società Lupe non ci sarà più. Ho alcune proposte fuori Veneto, e altre in Veneto. Dovrò capire quali saranno le mie priorità sia sportivamente parlando che per quanto riguarda il lavoro. Voglio fare una scelta intelligente,razionale e non solo portata dall’amore che ho per questo sport.

Il prossimo anno vorrei vedere passione, vorrei che in campo scendessero tutti quei sani principi che lo sport in generale insegna. Il senso del sacrificio, della serietà, il senso di squadra, la sete di imparare , non sentendosi mai arrivati.
Non vorrei vedere apparenza, opportunismo, e incostanza perché lo sport insegna concretezza e non fumo.
Penso che il livello si alzerà ancora, che ci saranno delle sfide entusiasmanti, ogni gara sarà come una finale…non vedo l’ora!

Andrea Pelagatti