Martina Barranco, la giocatrice più giovane della LS10 femminile. Talento, grinta e tanta voglia di imparare dall’allenatore, ma anche dalle sue nuove compagne di squadra. Inizia all’età di 6 anni nelle scuole calcio e a soli 14 inizia a far parte del main roster. Ha deciso quest’anno di intraprendere il progetto LS10 e di seguire mister Moriconi. “Sono contentissima di avere l’opportunità di mettermi in gioco con persone di alto livello come il mister e le mie compagne”, esordisce Barranco.

BARRANCO – Primo anno di regionale in assoluto per lei, primo anno di confronto con una Serie C che si prevede molto impegnativa. “Sicuramente questo campionato ci servirà per crescere sia a livello personale che di squadra. Sperando di toglierci molte soddisfazioni”. Continua. “Voglio provare a dare tante soddisfazioni all’LS10, ma soprattutto al presidente il quale fin dall’inizio ha creduto in me. Per questo non posso fare altro che ringraziarlo”. Il numero che porta con sé ha un significato molto importante, come spiega: “Ho scelto il 13 perché lo possiede la mia giocatrice preferita, ovvero Elisa Bartoli. Dalla prima volta che l’ho vista giocare mi ha subito colpito la sua sicurezza, il suo modo di giocare e la sua passione verso il calcio. Spero che un giorno io possa diventare come lei”. Una squadra importante intorno, che sarà sicuramente una spalla forte su cui potersi poggiare. “Conoscendo il mio carattere, spero che mi diano sicurezza. Farò di tutto per ritagliarmi il mio spazio e per poter ripagare la fiducia che la società ha riposto in me. Inutile dire che con il loro aiuto posso solo crescere”. In bocca al lupo alla nostra stella nascente.

Ufficio Stampa LS10