Francesco Curia, sangiovannese doc, da piccolo ha sempre avuto la passione del calcio, militando in due scuole sempre col ruolo di portiere, poi per vari motivi ha lasciato ma non ha mai smesso di giocare. Ha disputato vari campionati amatoriali di calcio e, dopo molto tempo, vedendo diverse partite ha deciso di provare l’esperienza del futsal, tra cui ultima nella Serie C cosentina.

Cosa ti ha spinto a sposare il progetto della Sangiovannese Femminile?
Ringrazio il presidente Giuseppe Audia della chiamata e della possibilità di aiutarlo per il progetto della Sangiovannese Femminile. Quello che mi ha spinto ad accettare è questa sfida intrigante, una nuova esperienza dove spero di poter essere utile e dare il meglio di me stesso.

Prima esperienza nel futsal femminile. Ansioso o tranquillo?
Si, è la prima esperienza nel futsal femminile. Tranquillo sì, ma allo stesso tempo anche un po’ ansioso.

Che obiettivi ti poni per questa stagione?
Obiettivi è un po’ difficile parlarne ora, ma sicuramente di arrivare a far sempre meglio. Sicuramente, senza mettere limiti a nulla.

Ufficio Stampa Sangiovannese