Dopo la sosta natalizia, torna la Serie A2 con la decima giornata di campionato. La Virtus Romagna si prepara ad affrontare in trasferta l’Arzachena, in quella che si preannuncia una delle partite più delicate della stagione tra quelle lontane dal Flaminio. Il 2021 delle romagnole si era chiuso al meglio, con un’importante vittoria di misura per 1-0 sulle dirette concorrenti alle prime posizioni della classifica del Torino. Il 2022 si apre invece con la notizia di una partenza, perché Diletta Cremonesi dopo una stagione e mezza passata in maglia Virtus lascia la Romagna per motivi personali e torna nelle Marche. Un addio importante per una giocatrice che è stata estremamente importante. La società, la dirigenza, lo staff tecnico e la coach Alessandra Imbriani, ci tengono a ringraziare profondamente anche pubblicamente Diletta per la professionalità sempre mostrata e per il grande contributo apportato alla storia della Virtus Romagna in questi mesi passati insieme, augurandole il meglio e tutte le fortune che merita.

IMBRIANI – L’assenza di Cremonesi peserà, ma Imbriani è comunque contenta di come sono state affrontate le ultime settimane da parte delle sue giocatrici. “In quest’ultimo periodo di stop ci siamo sempre allenate, dando però anche il giusto spazio alle ragazze per allenarsi individualmente e vivere al meglio questo periodo di feste natalizie, un giusto mix fra allenamenti sul campo, allenamenti individuali e riposo”. Poi la coach virtussina prosegue: “È corretto in questo periodo ricaricare le pile, veniamo da mesi intensi, da una stagione sportiva iniziata ad agosto ed era arrivato il momento di recuperare energie mentali e fisiche. Le partite dopo le soste non sono mai facili, sono impegni complicati in cui manca un po’ di ritmo gara, si rischia di sbagliare tanto e spesso i risultati finali sono sorprendenti”. Quella che aspetta la Virtus è una trasferta particolarmente ostica, in un momento estremamente complicato come quello che stiamo vivendo, dovendo affrontare inoltre un’avversaria di livello che sin qui ha disputato un ottimo campionato. L’obiettivo per le romagnole ovviamente rimane quello della vittoria: per dare continuità alla chiusura dello scorso anno e per fare un ulteriore passo verso la partecipazione alla Coppa Italia, ammissione che sarebbe automatica al termine del girone di andata se venisse confermata la posizione fra le prime quattro della classe. “Dovremo essere particolarmente concentrare per affrontare al meglio una trasferta insidiosa, lunga e pesante, che diventa ancora più complicata in questo periodo di caos legato al Covid. Noi andremo in Sardegna con lo spirito migliore, per portare a casa i tre punti e chiudere al meglio il girone di andata: mancano due partite e sono cruciali per arrivare al giro di boa tra le prime quattro in classifica, assicurandoci così anche la partecipazione alla Coppa”.


Michelangelo Bachetti
Addetto stampa Femminile Virtus Romagna