La Nox Molfetta in Serie A2 non è immaginabile senza Fernanda Borzuk de Lima, per tutti Nanà: la campionessa brasiliana, infatti, sarà il pivot della squadra allenata da Alessandra de Bari ancora una volta.

Il PalaFiorentini l’ha accolta come una regina, regalandole standing ovation e amore. Ricambiato dalla numero 22 verdeoro a suon di prestazioni di qualità e quantità e con il marchio della casa, il gol, 26 in totale quelli messi a segno nella passata stagione, abbastanza da riconfermarsi goleador e vincere la classica marcatori del girone C e contribuire al miglior attacco dello stesso, appunto quello della Nox. Nanà, così, sarà ancora una volta il punto di riferimento in campo e fuori, la beniamina delle bambine del settore giovanile grazie allo sforzo della società biancorossa di legare ancora alla propria maglia la brasiliana e la volontà della stessa carioca di non lasciare un ambiente che l’ha amata da subito.

“Qui a Molfetta mi sono trovata benissimo da subito. È un ambiente ancora puro, dove lo sport si vive con passione e semplicità, senza pressioni negative, ma solo con la voglia di una sana competizione e di godere del gruppo e delle cose che si fanno insieme – sono le parole della giocatrice – Sono contenta di essere restata qui a Molfetta. La partita di playoff che ho saltato l’anno scorso devo ancora giocarla, quindi per forza devo chiedere alle mie compagne e allo staff di portarmi di nuovo a giocare una partita così importante. Io darò tutta me stessa per aiutare la squadra, come ho sempre fatto nella mia vita, per qualcosa che mi piace e mi appassiona”.

Ufficio Stampa Nox Molfetta