Autorevole in difesa, letale quando spinge e guida le ripartenze. Per i tifosi in tribuna è l’Amazzone di Povoa. Sulla maglia, con il numero 16, è semplicemente Isa Pereira, la giocatrice portoghese classe ‘95 che al dinamismo difensivo abbina anche sgroppate, giocate di classe sopraffina e anche un certo intuito per il gol.

IL PROFILO – Ancora oggi si trema nel rivedere il suo destro al volo che due anni fa fece esplodere il PalaBadiali e il pubblico a casa incollato alla tv per la diretta di CdF-Kick Off su Sportitalia. O gli anticipi spettacolari che hanno spianato la strada della conquista della Coppa Italia in finale contro la Lazio. Confermatissima. Isa sarà una Citizen anche nella prossima stagione, la terza dalle parti di Via dello Stadio.

PEREIRA – “Non posso che essere felice di continuare nel Città di Falconara – esulta -. Abbiamo fatto un grande lavoro negli ultimi 2 anni, riuscendo a vincere la Coppa Italia e ad arrivare a una finale scudetto che ho ancora in testa per come è arrivata al suo esito. Gli obiettivi, comunque, sono sempre quelli di fare meglio. L’arrivo di Fifò e Janice? È bello trovare delle connazionali in squadra, poi se a esserlo sono giocatrici è ancora meglio. Non vedo l’ora di riniziare a vivere il PalaBadiali, sperando anche di rivivere il nostro grande pubblico che ci è tanto mancato tanto durante la stagione scorsa”. Sempre fondamentale la collaborazione della Penta Sport Consulting alla quale vanno i ringraziamenti dell’ASD Città di Falconara.

Ufficio Stampa Città di Falconara