A Parigi, in Rue Saint Denis, si trova il Museè de l’Illusion, dedicato a tutta la magia dell’arte della mistificazione, della finzione magica; chissà se un giorno ci sarà una sala dedicata a Deborah Iaquinandi, l’Illusionista del Firenze, che fa sparire i palloni dal campo e li fa riapparire nella porta avversaria.

IAQUINANDI – Arrivata lo scorso gennaio a campionato in corso, fin dall’esordio ha preso il Firenze per mano e lo ha portato in cielo, e il biancorosso fin da subito è stata la sua seconda pelle. Che era fortissima lo si sapeva, ma era difficilmente immaginabile che Deborah Iaquinandi, fin dalla primissima partita, si prendesse il Firenze e lo portasse a disputare un girone di ritorno pazzesco, anzi quando a inizio febbraio ci fu lo scontro diretto contro la mia ex squadra San Giovanni io minimizzai con alcune ragazze del Sangio, si è forte ma cosa vuoi che faccia dai, è arrivata ora. Bene, doppietta e migliore in campo, e figuraccia epocale del sottoscritto. Ma in quell’errore di valutazione ho una parziale scusante; non conoscevo ancora bene Deborah Iaquinandi, l’illusionista. Ma adesso vi lascio a Deborah e alle sue parole.

Cosa ti ha spinto a rinnovare con il Firenze anche per la prossima stagione, cosa ti ha convinta del nuovo progetto?
Iaquinandi:
Sono contenta di essere di nuovo qui. L’anno scorso sono arrivata a metà anno e l’accoglienza è stata fin da subito meravigliosa. Per me è importante trovarmi bene in un gruppo e questo è il 50% che mi ha spinto a rinnovare. Il resto è la curiosità di un nuovo staff e di nuove compagne e non nascondo che l’arrivo di Giovannini, in particolar modo, ha fatto il resto.

Lo scorso gennaio il tuo impatto sulla squadra fu devastante, bruciasti ogni tappa mostrando subito a tutti la campionessa che sei. A posteriori, a cosa fu dovuta quella partenza folgorante, quale alchimia trovasti con l’ambiente Firenze?
I:
Volevo solo mettermi a disposizione delle mie compagne e del mister, loro sono stati tutti meravigliosi e le cos’è sono andate benissimo, ben oltre le mie aspettative.

Deborah Iaquinandi, per tutti l’Illusionista. Ma quante magie serviranno, da parte tua e delle tue compagne, per fare ancora meglio della scorsa stagione in questa A2?
I:
L’anno scorso è stata una scalata fantastica, ce la metteremo tutta per ripeterla, il livello si è alzato ancora di più e credo che servirà tanto sacrificio, tanto lavoro e non deve mai mancare il divertimento. Quella è la magia più bella.

Cosa vuoi dire, per finire, ai nostri tifosi per la stagione che verrà, quale frase useresti per trascinarli in massa a seguirci, si spera anche al Palazzetto?
I:
Spero di rivedere i tifosi sugli spalti perché sono una bella fetta di incoraggiamento. Ne vedranno delle belle, questo sport regala emozioni forti, provare per credere o meglio dire vedere per credere.

Io credo che se possibile verranno, e verranno in tante e in tanti, e lo faranno perché sanno che troveranno una squadra di giocatrici fantastiche, indomabili, che ci regaleranno un futsal agonistico e spettacolare al tempo stesso, e Deborah Iaquinandi in questo sarà una garanzia. Alla prossima conferma, e sempre #gigliosulpetto.

Ufficio Stampa Firenze