Dopo Nancy Loth, ecco un’altra olandese dalla chioma bionda. La Polisportiva mette a disposizione del mister Michele Pannarale un altro enorme pezzo da 90. La società del presidente Silvano Intini, infatti, è lieta di annunciare di essersi assicurata le prestazioni di Brueren Artemis Carijin, classe 1993 e alla primissima esperienza in Italia.

IL CURRICULUM – Brueren ha iniziato a giocare a calcio dapprima con i ragazzi quando aveva sette anni, poi, all’età di 16, anche con le donne. Sempre nel suo Paese, si segnala per le 10 presenze internazionali già con la casacca orange, per un’annata con il FC Twente, e per i numerosi campionati giocati e vinti, così pure come una coppa nazionale. Fuori dall’Olanda, invece, è stata negli Stati Uniti e in Nuova Zelanda. E adesso è arrivata in Italia, proprio a Bitonto.

BRUEREN – “In Olanda – spiega subito l’ultima arrivata – il calcio è fermo da mesi. Nancy mi ha raccontato storie molto belle su Bitonto e giocare a calcio in Italia mi è sembrata un’avventura fantastica. Bitonto è al top e mi piacerebbe diventare una campionessa. Oltre Nancy, ovviamente, non conoscevo nessuno, ma dopo questi primi giorni di allenamento ho capito che sono tutte simpaticissime. Ho trovato – prosegue – un ambiente davvero gentile e disponibile. Sono tutti molto gentili. Non solo i giocatori, ma anche tutte le persone intorno alla squadra. È bello provare che il calcio indoor è così vivo a Bitonto. Spero di imparare presto l’italiano meglio così da poter conoscere meglio tutti. Promesse ai tifosi? Farò del mio meglio per mettere Bitonto sulla strada positiva che merita”. Brueren sarà a disposizione di mister Pannarale già per la partita di domani contro la Salernitana Femminile.

Ufficio Stampa Polisportiva Bitonto