Nove gol all’esordio stagionale e una prestazione convincente, sia a livello di gioco che di spirito. Non poteva cominciare meglio il campionato della Futsal Ussana, che mette alle spalle la delusione play-off dello scorso anno, e si candida subito per recitare una parte da protagonista anche in questa stagione. Ne abbiamo parlato con Giuliana Cappai, autrice di quattro reti che hanno messo in discesa la partita contro l’Urzulei Futsal, e regalato i primi tre punti alla formazione sarda.

Ciao Giuliana, 9 gol rifilati all’Urzulei Futsal e prima vittoria in campionato. L’esordio non poteva essere di certo migliore…



“Infatti, è stato l’esordio più bello, abbiamo iniziato molto bene. Ci sono nuovi elementi in squadra, nonostante non ci conoscessimo molto abbiamo fatto un’ottima partita”.

Una soddisfazione anche personale visto che 4 di queste 9 reti portano la tua firma…


“
Sicuramente è stata una bella soddisfazione. Capocannoniere quest’anno? Ci proviamo, vediamo se ci riusciamo”.

Quanto era importante partire col piede giusto?

“

Era molto importante. Iniziare con una vittoria in casa è stato molto bello e soddisfacente”.

Lo scorso anno Serie A2 sfiorata e persa soltanto ai rigori. È una ferita ancora aperta? Siete convinte di poterci riprovare?

“

Noi vogliamo riprovarci, vogliamo vincere il girone. Quest’anno inizia un nuovo capitolo, abbiamo dimenticato la scorsa stagione e pensiamo solo a questa in corso”.



Prossima sfida contro il San Pio X, che gara vi aspettate? Conoscete già le avversarie? 



“Lo scorso anno eravamo in gironi diversi, quindi non le conosciamo bene. Noi ci alleneremo duramente per affrontare questa gara. Sicuramente andremo lì per vincere”.

L’obiettivo della squadra per questa stagione?

“

Il nostro obiettivo è quello di vincere sempre. Anche lo scorso anno era stato così. Quindi speriamo di raggiungere la Serie B

”.

A proposito, cosa pensi dell’introduzione della Serie B a partire dalla prossima stagione?

“Penso che sia giusto. Dal nostro campionato alla Serie A2 c’era un abisso a livello qualitativo. Soprattutto tra le squadre che scendevano dalla Serie A e quelle che salivano dalla C. L’inserimento di una nuova categoria è la cosa migliore per tutti. Potremo giocarcela fra di noi”.

Valerio De Benedetti

Foto: Elena Accardi