La carne al fuoco è tanta, così come la curiosità di vedere scendere in campo la nuova Serie A del futsal femminile italiano. Scegliere i tre migliori colpi di questo mercato non era semplice, quindi abbiamo deciso di stilare una classifica “fuori dagli schemi”. Qualcuno ha cambiato e si è migliorato tanto, come il Città di Falconara e il Cagliari, altri hanno mantenuto la propria ossatura piazzando solo qualche acquisto mirato (ma pur sempre di valore).

L’ultimo, in particolare, è il caso del Salinis. Si ripartirà dalla vittoria delle rosanero: una certezza ai nastri di partenza del prossimo campionato, dettata dalla permanenza di (quasi) tutte le ragazze artefici del tricolore. L’aver mantenuto gran parte della rosa campione d’Italia va riconosciuto come un un merito della società pugliese che, però, non può certo essere definita come la regina del mercato. Ottimi gli innesti di Manieri e Giuliano, ma la perdita della miglior giocatrice della finale scudetto va registrata come una piccola sconfitta.

1)RAFAELA “PATO” DAL’MAZ – Parliamo naturalmente di lei, Pato Dal’Maz. L’acquisto della pivot classe ’91 rappresenta la ciliegina sulla torta di un mercato stellare per il Città di Falconara. Ha vinto l’ultimo tricolore ed è una campionessa assoluta (37 gol in 50 partite di Serie A), quindi abbiamo scelto lei per racchiudere in sé una sessione estiva da padrone indiscusse del mercato per le marchigiane: Vieira, NonaDibiase, Guti e Isa Pereira sono gli altri 5 colpi da novanta per un club che, anno dopo anno, è cresciuto fino a trasformarsi da mina vagante a seria candidata al titolo. In particolare, tra le altre, va tenuta sotto osservazione la portoghese Vieira. L’ex laterale della Kick Off è reduce da una stagione strepitosa – 46 gol in Regular Season, dietro solo all’ex compagna Vanin arrivata a 47 – e potrebbe far saltare il banco in favore delle Citizens.

2)VANESSA PEREIRA – Abbiamo accennato al Cagliari, ma nessuna rossoblu farà parte di questa lista. Una scelta difficile perché, in senso assoluto, il club sardo è stato quello che ha operato meglio sul mercato dopo il Falconara. Dayane, Cortès e Cely Gayardo sono colpi formidabili, ma per la nostra classifica abbiamo preferito dare risalto al grande acquisto della Lazio: Vanessa Pereira. Una giocatrice fenomenale, non a caso la migliore del mondo dal 2010 al 2012. Per descriverla non si può fare appello alle sole statistiche, la brasiliana è molto di più. Classe e tecnica abbinate alla grinta. Leadership. Nel pieno stile biancoceleste, Vanessa è un tipo che non molla mai – come dimostra l’ultima semifinale scudetto. Oltre a diverse conferme importanti, ma giovani (su tutte quelle di capitan Barca e Grieco), la Lazio punterà sull’ex Ternana per compiere il definitivo salto di qualità.

3)SARA BOUTIMAH – Per chiudere, una sorpresa. Il Real Statte si è portato a casa una campionessa come Renata Adamatti, certo, ma per completare la nostra speciale graduatoria vogliamo soffermarci sul Made in Italy e quindi sulla sua compagna ex Breganze. Sara Boutimah è stata la miglior marcatrice italiana della passata Regular Season con 24 gol. Con le biancorosse ha raggiunto i play-off e stregato completamente mister Zanetti che, dopo l’eliminazione per mano del Futsal Salinis, parlava così di lei ai nostri microfoni: “Puntare su Sara è stata una sorta di scommessa perché nelle ultime due stagioni ha militato in squadre che hanno avuto diversi problemi. Però ci abbiamo creduto con convinzione, eravamo certi che avesse talento e siamo felici che si sia affermata da noi. È solo all’inizio di una carriera stupenda”. I problemi societari del Breganze le hanno impedito di continuare in Veneto, ma con il Real Statte Boutimah potrà migliorarsi ancora e chissà, risultare decisiva quanto – o di più – di quel fenomeno che risponde al nome di Renatinha.

Andavano fatte delle scelte difficili, ma questi sono i nostri tre migliori colpi del futsal mercato. Da Xhaxho che ha scelto il Montesilvano a Schmidt approdata alla Kick Off, tante altre società – comprese le neopromosse – si sono rinforzate, e non staranno di certo a guardare. Tra le numerose incognite di inizio stagione, una cosa è certa: quest’anno la Serie A farà divertire i propri tifosi.