A due mesi dall’esordio nel massimo campionato italiano, il patron della Futsal Florentia Alberto De Santis ha espresso, nell’intervista che segue, le sue sensazioni sulla stagione passata ed ha tracciato gli obiettivi futuri, passando in rassegna anche le vicende attuali che riguardano più da vicino la società viola.

Quali sensazioni prova, ancora adesso, ripensando all’entusiasmante e vincente cavalcata della scorsa stagione?

«E’ stato un anno emozionante vissuto in una nuova dimensione per me, visto che non appartenevo al mondo del futsal, una disciplina in cui si respira grande passione, dove tutto il movimento che gravita attorno a questo sport, a partire dai tifosi, le società, le giocatrici e i dirigenti, viene sostenuto proprio da questa notevole passione. Per quello che concerne la Futsal Florentia faccio grandissimi complimenti a tutte le giocatrici che hanno contribuito, nella stagione 2017-18, ad ottenere questo grande risultato. Le ringrazio anche per la grande serietà dimostrata e per quello spirito di entusiasmo ed allegria che è presente nel nostro spogliatoio e che deve continuare ad esistere all’interno di tutto il nostro organico, perché ciò permette alle ragazze di giocare divertendosi ed in serenità e alla società di poter programmare il futuro in maniera ottimale. Tutto questo è stato possibile grazie anche a tutti gli addetti.
Ci tengo a scusarmi anzi, se solo adesso rilascio questa attestazione di stima e di grande soddisfazione, ma gli impegni professionali non mi hanno consentito di farlo prima. Colgo anche l’occasione per manifestare una grande soddisfazione per il risultato ottenuto dalle nostre ragazze in Brasile al “Neymar Jr’s Five”, in cui sono riuscite a segnare 17 reti nella fase finale senza subirne, in cui si sono arrese solo nell’over time della finale con le brasiliane. Anche in quel contesto le ragazze hanno dimostrato quella passione, orgoglio, impegno, il tutto divertendosi, che a mio avviso sono gli ingredienti per far bene in ogni sport»

Quali sono gli obiettivi che la società si è prefissata per il futuro?

«Sicuramente, come già condiviso anche con alcuni membri della federazione, stiamo cercando di fare della programmazione e dell’organizzazione i nostri punti di forza. La Futsal Florentia è una società giovanissima e abbiamo tanto da lavorare e migliorarci. Sotto il profilo sportivo, abbiamo rinforzato la prima squadra e abbiamo iniziato a tracciare un programma per la seconda squadra e il settore giovanile
Anche a livello societario, essendo la Futsal Florentia una realtà giovane, come detto precedentemente, stiamo provvedendo a delineare un organigramma più ampio inserendo ruoli e professionalità che oggi non esistono e possono al contrario dare quel valore aggiunto necessario per uno sviluppo professionistico di questa disciplina. Inoltre stiamo predisponendo una serie di attività ulteriori atte a conseguire gli obiettivi prefissati e a consolidare quanto già fatto. Di questo io personalmente mi sono confrontato anche con alcuni membri della federazione, che hanno condiviso con me queste nostre linee programmatiche, incoraggiandomi e sostenendomi in questa tipologia di programmazione»

E dalla stagione cha sta per cominciare cosa si aspetta?

«Sarà esaltante ed emozionante partecipare per la prima volta al campionato della massima serie di questa disciplina. Allo stesso tempo non vedo l’ora che inizi la preparazione della squadra, che sancisce, poi, l’inizio della stagione sportiva. C’è molto entusiasmo da parte di tutte le giocatrici e voglia di impegnarsi sia da parte delle ragazze confermate che in quelle nuove che arriveranno. Questa situazione non può fare altro che piacere, visto che il vero motore alla base di ogni attività sportiva è rappresentato proprio da entusiasmo, impegno, divertimento e sacrificio»

Lei che proviene da un altro sport, che idea si è fatto di questa disciplina? Cosa le piace? C’è qualcosa che potrebbe essere migliorato?

«Ora… qualcosa che potrebbe esser migliorato, mi scusi, ma personalmente non ho la conoscenza e l’esperienza per poter dare un’opinione, essendo entrato da poco in questo mondo. Tuttavia come detto in precedenza, sono veramente colpito dalla passione che si respira. Se c’è una cosa invece che devo evidenziare che non mi è piaciuta ? Una si: nelle ultime settimane nonché nella stagione trascorsa leggendo e ascoltando ho notato atlete, dirigenti di società, che esprimono giudizi e opinioni alquanto poco professionali, ma soprattutto offensivi nei confronti di tutte le componenti che dedicano impegno e sacrificio a questo sport; tutto questo quando, come in tutti gli sport, l’unico giudice è il campo, attraverso i risultati e l’impegno degli atleti nella performance sportiva. Infatti seppur la specialità dello “sport parlato” faccia oramai parte di ogni disciplina sportiva, cosa che trovo giusto che i tifosi pratichino, rimango abbastanza interdetto nel vedere le componenti tecniche e dirigenziali dedicarcisi e sprecare tante energie in tale attività.
A tal proposito, di quest’ultima “attività” è stata oggetto anche la Futsal Florentia e pertanto colgo l’occasione per fare notare che, fino ad oggi è stata privilegiata una linea di silenzio al fine di evitare sterili polemiche, ma, in questa sede mi trovo nella posizione di dover precisare, ed a ribadire con forza una cosa con la speranza che sia chiara una volta per tutte: la società ASD Futsal Florentia non ha niente a che vedere con l’ASD Isolotto Calcio a 5, che ha fatto parlare, oltre che dell’aspetto sportivo anche di quello gestionale, e dei quali io personalmente e la società non siamo a conoscenza ne tantomeno interessati a conoscere. Pertanto chi vanta dei diritti nei confronti dell’Isolotto eviti affermazioni sibilline nei confronti di questa società, perché questa società non ha da pagare nessuno e qualsiasi affermazione al riguardo, sarà oggetto di una attenta valutazione, al fine di tutelare l’immagine della società stessa e delle sue giocatrici nelle sedi opportune, anche in quelle giudiziarie. Cosa che stiamo già valutando di effettuare.
Con l’occasione, sempre restando nell’ambito dello “sport parlato” , visto che anche questo sembra sia argomento di attualità , tengo a precisare che la Futsal Florentia non ha perso alcun sponsor, anzi si stanno avvicinando nuove realtà imprenditoriali proprio al fine di implementare quelle ulteriori attività necessarie allo sviluppo della società. Per quanto concerne la stagione 2018-19, così rassereniamo tutti, il piano finanziario ed il relativo accantonamento per la copertura dell’intera stagione è stato già effettuato come deliberato e previsto dal budget redatto nell’ assemblea svoltasi a gennaio 2018.
In conclusione… se vogliamo alimentare lo “sport parlato”, facciamolo pure, ma su basi fondate e non su parole, anzi chiacchiere, o supposizioni messe in circolazione con il solo scopo, a livello generale, di screditare società o giocatrici che si impegnano con serietà, professionalità e sacrifico per il bene di questo sport.
A maggior precisazione tengo a precisare, come già avvenuto nei colloqui intercorsi con alcune tifoserie avversarie, che per la crescita di questo movimento, la partita deve diventare un momento di incontro dei valori insiti nelle discipline sportive e di divertimento, e che ogni tipo di rivalità si limiti al campo per poi spirare al fischio finale. Di questo ho potuto apprezzare l’atteggiamento di quei club storici di questo movimento e che sono, o dovrebbero essere un esempio, vista la loro longevità, in termini gestionali e sportivi. Questo è lo sport in cui crediamo e che vorremmo portare avanti con la federazione e l’aiuto di tutti»

UFFICIO STAMPA FUTSAL FLORENTIA