Una vittoria, cinque sconfitte e un pareggio. Quello della scorsa giornata (disputata mercoledì) contro la Best. Questo Frosinone è ancora un cantiere aperto. Il suo portiere Yasmin Toledo la deputata a metterci per prima le mani. Brasiliana di Taquarituba, l’estremo difensore ciociaro vede il bicchiere mezzo pieno: “La partita contro la Best è stata difficile, ma a differenza di altre occasioni abbiamo dimostrato di avere maggiore fiducia in noi”, ha detto a LadyFutsal. “Ora ci stiamo trovando molto di più in campo. Nonostante la nostra rosa sia un po’ corta stiamo dando il massimo, lottiamo sempre fino al fischio finale. Infatti mercoledì abbiamo creato tante occasioni da gol, probabilmente avremmo meritato i tre punti”

Se davanti si crea, Yasmin invece distrugge. Il livello delle sue prestazioni si sta alzando. Aumentano le parate e le responsabilità: “A prescindere dal fatto che sia il mio lavoro, penso che in una squadra il ruolo del portiere sia fondamentale. Sono convinta che è proprio nei momenti di difficoltà che possiamo e dobbiamo dimostrare molto di più, e sono consapevole della mia responsabilità in questa squadra. Soprattutto in questo momento. Sono dispiaciuta perché nelle ultime tre partite ho visto che meritavamo di più, però ancora non riusciamo a portare a casa il risultato positivo”. Campionessa del Girone A con la Vip Tombolo ieri, immersa totalmente nella sua nuova avventura oggi. Toledo vuole portare in alto il Frosinone: “La scorsa stagione ho avuto una bella esperienza come portiere titolare della Vip, dove ho aiutato la squadra a vincere il campionato. Quest’anno ho scelto una nuova sfida. Spero che con il mio aiuto il Frosinone riesca a conquistare più punti possibili”.

Yasmin è soddisfatta della sua carriera. Il nostro paese l’ha aiutata a realizzarsi: “Questa è la mia terza stagione in Italia. Di tutti i posti in cui sono stata, le cose che ho apprezzato di più sono la serietà e il valore che qui danno al futsal femminile. In Italia mi sento molto più valorizzata e posso vivere facendo quello che amo”. Da Taquarituba a Frosinone: buona parte della salvezza delle ciociare passerà dalle mani di Toledo.