C’è un ragazzo che del Frosinone è un po’ un tuttofare. Dirigente, accompagnatore, cameraman. Dietro le quinte della Serie A2 delle gialloblu c’è Simone Cialone, figlio del presidente Alberto e oggi sotto le luci dei riflettori di LadyFutsal. Con lui abbiamo parlato di questo inizio di stagione in salita per le ragazze di mister Federico.

Una vittoria in cinque partite. Perché la squadra non sta ancora carburando? E alla prossima c’è la capolista Ciampino…

“Abbiamo una rosa non molto ampia, forse servirebbero altre giocatrici per rinforzare il gruppo. Molto probabilmente a dicembre ci muoveremo sul mercato. Ma contro la Virtus ci credo. Se ci mettiamo testa e impegno possiamo portare a casa un buon risultato”.

Com’è strutturato il progetto del Frosinone?

“Il nostro è un progetto a lungo termine. Cerchiamo di migliorare sempre ogni anno che passa, così da arrivare a livelli più alti uno step alla volta. La nostra filosofia è quella di puntare sui talenti di zona, accompagnandoli a giocatrici d’esperienza che potranno aiutare le ragazze nella loro crescita”.

La squadra risalirà la china in campionato?

“Sono fiducioso per il proseguo della stagione, durante gli allenamenti vedo grande sintonia di squadra, si nota un miglioramento. Anche nell’ultima partita ci hanno messo grande impegno per cercare di ottenere un buon risultato. Abbiamo perso (1-2 contro l’FB5 Team Rome ndr), ma abbiamo combattuto”.

La società ha un messaggio da mandare alle ragazze e allo staff tecnico?

“Alla squadra e allo staff diciamo di non perdere la fiducia e di lottare. Anche le sconfitte ci serviranno per crescere e raggiungere nel tempo un livello sempre più alto”.