Tra poco più di quindici giorni, Pomezia sarà palcoscenico della Final Eight di coppa Italia di serie C femminile. Un evento nazionale che verrà organizzato dal Real Balduina come squadra scelta dalla Divisione calcio a 5 per ospitare la manifestazione.

Luca Piattoli, presidente e allenatore della squadra di Roma Nord, ha voluto ringraziare e presentare la macchina organizzativa che già da qualche giorno si è messa in moto in vista dell’evento che si svolgerà al Pala Enea di Pomezia dal 7 al 9 aprile.

“In qualità di presidente del Real Balduina, sono molto fiero e orgoglioso di organizzare questa manifestazione a livello nazionale. Un grande passo per una piccola società che arricchisce il bagaglio e l’esperienza di questi anni di calcio a 5. Speriamo di organizzarla nel miglior modo possibile per rendere orgogliose tutte le persone che collaboreranno con noi e di fare, pertanto, un ottimo lavoro. Ringrazio la Divisione calcio a 5 per aver scelto il Real Balduina come organizzatrice dell’evento e in particolar modo un ringraziamento speciale a Raffaele Mirra, il presidente della Mirafin, per la grande disponibilità e cordialità che ha avuto nei nostri confronti. Con il suo aiuto e sostegno stiamo lavorando per rendere speciale e indimenticabile questa Final Eight. Inoltre saluto e ringrazio il Comune di Pomezia che a sua volta ci ha dato disponibilità per una buona riuscita della manifestazione. Come squadra abbiamo la voglia di fare del nostro meglio perché per noi è un’esperienza nuova e la prima a livello nazionale. Speriamo di arrivare fino in fondo ma comunque andrà sarà comunque un’esperienza positiva che ci porteremo dentro. Le ragazze sono molto contente di poter giocare una competizione di livello e potersi confrontare con tante squadre attrezzate. Non vediamo l’ora di conoscere le società che prenderanno parte a questa Final Eight e faremo del nostro meglio per poter far si che tutto sia perfetto. Con un grande in bocca a lupo a tutti. Ci tengo infine a ringraziare Massimo Modugno e Alberto Loy per l’aiuto che ci stanno dando così come Leandro Leonardi, presidente della Boreale e con lui anche Riccardo Bordin ed Edoardo Spina. Per noi è un onore e, come detto, un grande passo per una piccola società”.

Serena Cerracchio