Davide contro Golia. Ebbene si, questa partita, voluta da un assurdo regolamento che ha messo contro la vincente dei play off di Serie A2 (il Futsal Molfetta) ed ha dato un’altra chance di salvezza alla perdente play out di Serie A (il Real Grisignano), non ha visto poi sul campo tutto questo divario tecnico tattico.

Le due squadre si sono affrontate a viso aperto, le ospiti venete hanno avuto un maggiore possesso palla e qualche occasione in più, ma le molfettesi davanti ad un Palapoli gremito in ogni ordine di posto ha ribattuto colpo su colpo, andando addirittura in vantaggio per primo.

I primi dieci minuti del primo tempo sono di marca veneta, con la migliore occasione avuta sui piedi di Herrera, ma Liuzzo compie una delle tante parate della giornata. Poi la partita diventa più equilibrata ed a un minuto dal termine su punizione Castro infila il portiere veneto Fama.

Il secondo tempo si apre come il primo, subito avanti il Grisignano che con Iturriaga centra l’incrocio dei pali. Ma il Futsal Molfetta non si fa schiacciare e con Monaco ha una grande occasione per raddoppiare, ma Fama questa volta si supera in una prodigiosa parata. Al decimo le ospiti pareggiano grazie a Ziero servita a centro area da Zampieri. Passano solo quattro minuti ed il Grisignano raddoppia con Troiano che approfitta dell’unico errore della partita di super Liuzzo. Le biancorosse reagiscono e Dicorato dal limite colpisce il palo, subito dopo imitata da Zampieri.

Termina 2 a 1 la gara a favore del Real Grisignano, ma nulla è perduto per le molfettesi. Fra sette giorni a Vicenza ci saranno da giocare altri quaranta minuti dove tutto può succedere.

(Fonte Ufficio Stampa Futsal Molfetta)