In partite importanti come questa, gli occhi di tutti sono puntati di solito su chi realizza i gol. Nella finale di oggi tra Cagliari e Montesilvano una grande importanza l’hanno avuta i due portieri, assoluti protagonisti dell’incontro.

Martina Mulas da un lato, Ana Carolina Sestari dall’altro. Classe ’83 la prima, nata nel 1996 la seconda.

Mulas, portiere del Cagliari, si è dimostrata grande protagonista della gara soprattutto nella prima frazione di gioco. Non ha potuto nulla sulla conclusione di Domenichetti, servita da un passaggio smarcante di Elpidio. Nel primo tempo supplementare, poi, ha concesso il pass ad Amparo, forse colta in controtempo. Nel secondo tempo aggiuntivo ha lasciato il campo a Gasparini, entrata come portiere di movimento, salvo poi subentrare nel finale, sempre con grande personalità e mettendo fuori un calcio d’angolo di Ortega diretto sul secondo palo. Reattiva!

Sestari subisce la prima rete della gara, cosa che non distoglie però la sua attenzione dall’andamento della partita. Si oppone alle nuove avanzate di un Cagliari che prova a metterla in difficoltà soprattutto con conclusioni dalla distanza. A 2’22” del secondo tempo supplementare mette una pezza su una conclusione al veleno di Peque e salva il vantaggio del Montesilvano. Si arrende – forse perché coperta – alla staffilata di Gaby che a 1’39” insacca la rete che vale il pari per il Cagliari e porta la gara ai rigori. Sicurezza.