L’attesa è finita: anche per la Serie A2 è tempo di Coppa Italia! Questo weekend, a Mestre, si aprirà il sipario sulle Final Four. La prima semifinale, in scena sabato alle ore 18, vedrà sfidarsi Molfetta e Granzette, che con l’Union Fenice ha avuto l’onere e l’onore di organizzare la manifestazione. A pochi giorni dal match, ci ha confidato tutte le sue emozioni il bomber della compagine veneta, Alessia Longato.

Alessia, ci siamo: quante sono le emozioni?

“È da gennaio che aspettiamo questo momento, siamo riuscite ad arrivarci avendo già la matematica certezza di giocarci i playoff così da poter vivere appieno ogni istante. Siamo cariche ed entusiaste e non vediamo l’ora di scendere in campo per dire la nostra”.

Hai avuto modo di farti un’idea sulle vostre avversarie?

“Sinceramente non ho seguito il loro girone per cui non conosco molto il Molfetta, ma sicuramente sono una squadra di tutto rispetto e valida con ottime individualità: dopotutto siamo le squadre migliori di serie A2”.

Al di là delle vostre ambizioni, cosa ti auguri di vedere questi giorni?

“È la prima volta che partecipo a questa manifestazione e sono sicura che tutte noi del Granzette lotteremo su ogni pallone come se fosse sempre l’ultimo, e ci vivremo appieno l’occasione che ci siamo guadagnate. Mi aspetto un palcoscenico che susciti bellissime sensazioni, e che stimoli in tutte noi carica e agonismo per vincere”.

Per finire un piccolo bilancio: come valuti la stagione del Granzette?

”Stagione più che positiva, in quanto abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati, le Final Four, ma addirittura qualcosa in più, ovvero i playoff con due giornate di anticipo. Ci sono stati alti e bassi, ma come sempre tutte insieme abbiamo affrontato ogni partita al massimo e abbiamo dimostrato di essere una vera SQUADRA”.

Valentina Pochesci

(Foto Maurizio Oldofredi)