Bastava un portiere di movimento per cambiare le carte in tavola. Mettiamola così. E diciamo anche che il futsal ti fa impazzire perché una partita non finisce finché non è finita. Lo diceva Vujadin Boškov “la partita finisce quando arbitro fischia”. In questo caso si potrebbe dire finché la sirena non suona, ma il senso non cambierebbe. E così succede che il Kick Off avanti per 2-0 grazie a un primo tempo super di Nona e Vieira (un gol per tempo), si fa rimontare in neanche due minuti, tra il 13’46” e il 15’35” perché come detto, bastava un portiere di movimento. Bruna Borges si cambia la maglia e con maestria smista i palloni a destra, sinistra e al centro. Facile per Leti insaccare in rete su assist al bacio di Dayane sul secondo palo. Più complicata la puntata di Cely dal limite dell’area. Ma è 2-2 e chissenefrega del come, importa il risultato.

Però occhio a quel portiere di movimento. Perché può anche succedere che si voglia “troppo” e allora una certa Vanin trova la porta sguarnita dalla propria metà campo. La ruota sembrerebbe girare ancora dalla parte milanese. Ma il Montesilvano continua ad attaccare a testa bassa finché a pochi spiccioli dalla fine, è Amparo a trovare la rete del pareggio.

E ancora una volta saranno i rigori a deciderla. Assurdo che cinque partite su sei siano finite sulla roulette russa dei tiri dal dischetto. Ma su questo ci torneremo più in là. Un valzer pazzesco, tra errori, parate e pali. Kick Off e Montesilvano proprio non volevano andarsene da quel campo.

Amparo gol, doppiopalo di Vanin (la porta per un attimo si è anche spostata), parata di Dibiase su Dayane, Belli gol, Cely palo, Vieira parato da Sestari, D’Incecco alta, Atz parato da Sestari, Bruna gol, Guti gol, Guidotti fuori, Nona fuori, Leticia parato.

Per raccontare il gol decisivo, quello di Pesenti, vorrei però regalare un’immagine che mi ha fatto sorridere: tra le gambe tremanti delle venti ragazze in campo, c’è anche il sorriso di Nona che pochi secondi prima aveva sbagliato un rigore decisivo. Non lo guarda quel pallone, smorza la tensione sorridendo e parlando con Vieira. L’ansia è troppo alta, non si regge più. E poi vede Vieira correre e inizia a farlo anche lei. Una corsa verso le compagne, verso Dibiase stoica non solo sui rigori ma anche nel finale di gara. Insomma, se non lo avete capito, Pesenti segna…

Sarà il Kick Off a sfidare la Lazio domani. E statene certi, rigori o meno, sarà una grande partita.

KICK OFF-CITTÀ DI MONTESILVANO 6-5 d.t.r. (1-0 p.t., 3-3 s.t.)
KICK OFF: Dibiase, Vanin, Atz, Vieira, Nona, Guti, Pesenti, Perruzza, Plevano, Sangiovanni, Belli, Brugnoni. All. Russo

CITTÀ DI MONTESILVANO: Ana Carolina, Amparo, Gayardo, Bruna Borges, Dayane, Ferretti, D’Incecco, Silvetti, Martìn Cortes, Guidotti, Ceravolo, Esposito. All. Marzuoli

RETI: 10’06” p.t. Nona (K), 2’59” s.t. Vieira (K), 13’46” Cortés (M), 15’35” Cely (M), 16′ Vanin (K), 18’35” Amparo (M)

SEQUENZA RIGORI: Amparo (M) gol, Vanin (K) sbagliato, Dayane (M) sbagliato, Belli (K) segnato, Cely (M) sbagliato, Vieira (K) sbagliato, D’Incecco (M) sbagliato, Atz (K) sbagliato, Borges (M) gol, Guti (K) gol, Guidotti (M) sbagliato, Nona (K) sbagliato, Cortés (M) sbagliato, Pesenti (K) gol

AMMONITE: Dayane (M), D’Incecco (M)

ARBITRI: Alessandra Carradori (Roma 1), Antonella Maglietta (Bari) CRONO: Luca Serfilippi (Pesaro)

Serena Cerracchio