Sarà un anno molto importante per la BRC 1996. La formazione romana, come spiega Federica Carra, chiede conferme al prossimo campionato.
Quella che sta per iniziare sarà la terza stagione in A2 e sarà importante ripetersi…
Come è andata la preparazione precampionato? 
“In totale controtendenza ed in pieno stile BRC, invece che aprire la preparazione con un ritiro, noi l’abbiamo chiusa domenica con un mini ritiro a Perugia. La preparazione è sempre un periodo impegnativo, ma credo sia da lì che si gettano le basi per la nuova stagione. Abbiamo fatto quattro amichevoli e, indipendentemente dai risultati, è il crescendo della condizione fisica che è stato evidente, il che sicuramente è motivo di soddisfazione”
Cosa c’è da aspettarsi per questa stagione?
“La squadra ha avuto tanti innesti nuovi, il che sicuramente implica che ci vorrà pazienza per trovare il giusto equilibrio, ma la voglia di fare bene è l’obiettivo comune, sarà questo il nostro leitmotiv”
Quale sarà il vostro ruolo in campionato?
“Questo è il nostro terzo anno di A2, il primo anno ci siamo salvati alla fine, lo scorso anno siamo arrivati quarti, questo sarà l’anno delle conferme. Sulla carta le favorite sono altre, ma anche il Leicester era considerato un outsider, eppure…”
Dove vedi la BRC a don stagione?
“Girone alla mano, ci vedo nella parte alta della classifica. Sarebbe assurdo partire e pensare il contrario. È tutto da vedere, ma noi ci siamo e questo attualmente è l’aspetto più importante”.