L’Albo d’oro della Coppa della Divisione inizia col nome del Montesilvano che non solo diventa il club con più trofei nazionali messi in bacheca, ma dal 2016 – cioè dalla partenza della Serie A – ha sempre vinto almeno un titolo all’anno.

Una continuità da grande squadra, anzi grandissima, come dimostra il risultato del PalaFiom: al traguardo in due mosse, passando dalla semifinale contro il Real Grisignano (6-1), fino all’ultimo atto con le campionesse d’Italia della Salinis (2-0), battute con una prestazione perfetta sotto tutto i punti di vista. È Federica Belli a ripercorrere le due tappe di Taranto col sorriso dipinto sulle labbra.

“Contro le venete è stata una gara in cui inizialmente abbiamo fatto un po’ fatica, per poi rientrare con la giusta determinazione: in pochi minuti sono arrivati altri due gol (uno firmato proprio dalla numero 27 con un gran tiro dalla distanza, il secondo propiziato proprio da lei) e da lì è stato tutto in discesa. La gara con la Salinis? Credo sia stata fantastica, tanto in difesa quanto in attacco: è vero che mi sono divorata due reti a porta vuota, ma questo non mi ha demoralizzata. Mi ha fatto entrare in campo con ancora più determinazione e, come hanno fatto tutte le mie compagne, ho lottato su ogni pallone. Dove non arrivava una c’era l’altra, dove c’era Manieri invece – scherza Belli – c’eravamo sicuro tutte e quattro”.

Così la calcettista di origini siciliane, una delle nuove arrivate col mercato estivo, può già festeggiare la prima Coppa con la maglia biancazzurra.
“Dire che sono felice sarebbe riduttivo. Dall’esterno, ho sempre messo questa squadra tra le migliori insieme a Statte e Kick Off, e adesso posso vivere dall’interno una bellissima realtà. A marzo dell’anno scorso ho alzato l’ultimo trofeo con le all blacks e il 23 febbraio ho già avuto l’onore e il privilegio di alzarne un altro. Dedico questo successo a tutto il gruppo e a chi ci ha seguite da vicino e da lontano: il sostegno è arrivato ed è stato veramente importante per noi”.

Da lunedì, però, la festa è finita e si torna al campionato contro la Futsal Florentia.
“Chiudiamo un capitolo che mi ha dato tante emozioni e torniamo a concentrarci sul presente, sperando di replicare il risultato dell’andata. Lo spero soprattutto per il nostro pubblico, che non sarà numeroso, ma caloroso sicuramente sì. Questa Coppa è stata il giusto stimolo per andare avanti, far meglio e renderlo ancora più fiero di noi”.

(fonte ufficio stampa montesilvano)