Il settore giovanile dell’FB5 continua il suo lavoro al Pala Levante in vista dell’inizio dei campionati giovanili. Per farci raccontare un po’ le novità, abbiamo fatto una chiacchierata con Beatrice Varì, arrivata nel circolo di Francesco Bracci da giocatrice e oggi responsabile di tutto il settore giovanile:

“Quando sono arrivata qui ancora non esistevano i campionati giovanili. Eppure Francesco Bracci, da sempre convinto che la crescita dello sport fosse possibile solo partendo dal basso, con non poche difficoltà ha creato l’under 21 mettendo me come allenatrice. Ora che le categorie sono aumentate, sono diventata responsabile di tutto il settore”.

Le news?

“A breve inizieranno i campionati giovanili e parteciperemo con tutte le nostre categorie quindi under 15, under 17, under 19 regionale e nazionale. Secondo me ci sono tutti i presupposti per fare dei campionati dove le ragazze possano crescere e divertirsi. Quest’anno la novità è l’under 19 nazionale che di sicuro darà visibilità al settore giovanile,  una cosa importante per tutto il movimento”.

Quindi come è strutturato il vostro lavoro sul campo?

“Il nostro settore giovanile parte dalla scuola calcio con l’obiettivo di formare buone giocatrici e di far passare i valori dello sport: lealtà, rispetto, collaborazione. Insegnare che gli obiettivi si raggiungono con spirito di sacrificio e con impegno ma quello che ci interessa di più è far passare il messaggio che alla base, ci deve essere il divertimento. Poi è chiaro, da noi le ragazze possono fare un percorso di crescita sportiva dai 6, 7 anni, fino alle prime squadre e questo è un po’ il nostro vanto”.

E la A2? Domenica ci sarà il “derby” tra l’FB5 e il Real Praeneste…

“Quest’anno la A2 riparte dal gruppo storico arricchito dall’inserimento di alcune ragazze provenienti dal giovanile e da altre squadre. E’ un gruppo nuovo ma molto motivato e unito, con le carte in regola per fare un buon campionato. Domenica sarà una sfida affascinante”.

S. Cer.