E’ un nuovo inizio in casa FB5 Team Rome. Dopo il ripescaggio e il mantenimento di categoria in A2, la squadra allenata da Francesco Bracci, si prepara a una nuova stagione. Così come Cristina Papadopoulou, alla sua quattordicesima stagione con la squadra romana. Una vita passata al Pala Levante, prima nelle giovanili, poi in Serie C e in A2. Segno di continuità, attaccamento, familiarità con una società, l’Fb5 appunto, che vanta uno dei settori giovanili femminili, più importanti a livello regionale (e non solo).

Cristina, un nuovo anno…

“Si sta aprendo un nuovo ciclo. Alcune persone sono andate via, altre sono arrivate. Debora Felicetti è diventata la nostra preparatrice atletica, alcune ragazze sono salite dal settore giovanile. Ci stiamo preparando a tutti gli effetti a un nuovo inizio”.

Tra presente e futuro, tralasciando il passato… quali sono gli obiettivi stagionali?

“Di certo l’obiettivo primario è quello di salvarci. Non so bene come potremmo classificarci ma stiamo lavorando bene in questa fase di preparazione e le nuove si stanno integrando. Mi sembrano tutte molto motivate e la mia speranza è quella di confermarci nella categoria”.

Quattordici anni nella stessa squadra… poche ragazze possono vantare un record del genere.. lo sai?

“Sto con Francesco Bracci da quando avevo 17 anni, ho iniziato proprio dal settore giovanile quando la Serie A era ancora un miraggio. In questi anni è come se si fosse creata una sorta di famiglia, anche con ragazze come Ilary Canu e Giorgia Liburdi, con cui sono praticamente cresciuta. Se stai bene, non c’è bisogno di cercare altro. Questo è di sicuro il mio caso”.

Ecco, il settore giovanile. Probabilmente quello dell’FB5 è uno dei migliori in Italia a livello femminile…

“Lo zoccolo duro della prima squadra è sempre partito dal settore giovanile. Dietro c’è un grande lavoro di mister Bracci e di tutti i dirigenti che se ne occupano. Come dicevo, si crea una sorta di famiglia che poi porta molte di noi a rimanere. E ogni anno qualche giovane entra a far parte del nostro gruppo”.

Amichevoli?

“Questa sera faremo la prima contro le Coccinelle (ore 20.00 Pala Levante), poi ne avremo altre. Il campionato si avvicina e ci faremo trovare al meglio”.

(Nella foto da sinistra Canu, Papadopoulou, Liburdi).

S. C.