Il Falconara non ha risentito più di tanto del kappaò rimediato contro la Lazio nella quarta giornata. Già, perché le Citizens, grazie al 5-1 calato sul Bisceglie in diretta Sky, hanno saputo approfittare nel migliore dei modi della debacle interna avuta dal Pescara nel derby. Risultato, dunque, che ha permesso a Luciani&socie di riprendersi prontamente la vetta della regular season – in coabitazione con le stesse biancocelesti di Daniele Chilelli e il Granzette di Gianluca Marzuoli -.

STEP BY STEP – “Dobbiamo utilizzare questo inizio di campionato per creare una corazzata forte e solida – premette Tatiane Debiasi Croceta -, per far sì nei momenti importanti possiamo trovarci pronte a qualsiasi situazione. Nessuno vuole subire sconfitte, certo, però anche quest’ultime ci fanno crescere, se guardiamo nel modo giusto la situazione”. La stella verdeoro, dall’alto dell’enorme esperienza accumulata nella disciplina dal pallone a rimbalzo controllato, sa bene che il percorso intrapreso dal CdF è quello corretto: “Possiamo sicuramente migliorare ancora – aggiunge la classe ’87 -, sia individualmente che collettivamente: siamo sulla strada giusta”.

TIKITAKA –
La prossima sfida per il team marchigiano sarà domenica 28 novembre, al PalaRoma, contro il Francavilla, fresco della convincente vittoria per 6-4 sulle “cugine” abruzzesi. “Sarà certamente una partita piena di emozioni – asserisce la sei volte campionessa del mondo col Brasile -, perché il TikiTaka Planet è una bella squadra, con delle giocatrici importanti, e noi non vogliamo perdere questi punti. Tutto ciò porterà a una contesa di alto livello, una di quelle gare belle da vivere”.

LE AMBIZIONI – Taty, così come nella passata stagione, è pronta ancora una volta a ispirare e a trascinare le sue compagne, e, se possibile, incrementare qualitativamente un’annata, quella 2020-21, disputata ai limiti della perfezione: “Ogni atleta vuole sempre spingersi oltre quello che ha già fatto – afferma la numero 4 biancoazzurra -, e noi abbiamo margini di miglioramento: bisogna cercare di lavorare forte e fare il meglio possibile, sempre”, sostiene l’universale, determinata nel tentare di togliersi, insieme alle colleghe falchette, ogni soddisfazione possibile: “Lo scorso anno è rimasto nei nostri ricordi con molto affetto – chiosa l’ex Salinis -, però dobbiamo pensare che questa è un altro. Può darsi che la storia non sia uguale, perché nulla lo è, ma, sicuramente, cercheremo di fare ancora meglio”. Con una fuoriclasse in squadra come Taty, poi, nulla è impossibile.

Alessandro Cappellacci