Settimana di pausa e di riflessioni. Sportive, prima di tutto. Per Angelica Dibiase e il suo Città di Falconara. Tra il dolore di non partecipare alle Final Four di Coppa Divisione, e la consapevolezza di essere una squadra forte, preparata. Che possiede ancora ampi margini di miglioramento. Così come il portierone delle Citizens. Una “che non smette mai di lavorare per crescere“, le sue parole a inizio campionato. E quindi Dibiase è migliorata rispetto a qualche mese fa?:

“Sì, le cose stanno andando bene” – ha detto a Lady Futsal  – “Piano piano ho iniziato a prendere confidenza con la nuova squadra e società. Mi sto ambientando e tutto va decisamente meglio rispetto a inizio stagione. Poi siamo cresciute come squadra, anche se in questo inizio di girone di ritorno abbiamo ottenuto gli stessi risultati dell’andata. Sconfitte comprese. Dovremmo migliorare in questo. Adesso che c’è la pausa stiamo riprendendo fiato, ma continuiamo a lavorare”.

CALENDARIO – Montesilvano, Cagliari, Noci, Lazio, Pelletterie. È vero, i punti sono sempre 9, le sconfitte – contro Montesilvano e Lazio – sempre due. E quindi lo scontro diretto con la Kick Off del prossimo weekend, quello successivo alla Coppa Divisione, sarà la partita della verità. Le milanesi sono reduci dal successo contro la Salinis, al quarto posto in classifica. Il Falconara le insegue a 3 punti di distanza: “Andremo ad affrontare una squadra che sta disputando un ottimo campionato. Lo dimostra la loro ultima vittoria contro la Salinis, non mollano mai. Però siamo molto vicini a loro in classifica e faremo di tutto per portare a casa i tre punti. Sarà una bella partita da giocare e da vedere”.

LA PAUSA – La pausa, mai come in questo caso, non è uno stop gradito per le marchigiane. Eliminate in Coppa Divisione nei quarti di finale contro il Real Statte. Una partita difficile, dove le Citizens hanno combattuto. Brucia ancora?: “È brutto. Ci siamo fermate all’ultimo step prima delle Final Four, però ci siamo trovate di fronte a una grande realtà come quella dello Statte” – risponde Dibiase – “Abbiamo dato il massimo, e per poco non è bastato a conquistare un posto nelle prime quattro. Però venivamo da una settimana con tre partite complicate (Montesilvano, Statte, Cagliari, ndr) e non eravamo al completo a causa di due infortuni e una squalifica. Nonostante questo siamo andate a Statte e abbiamo fatto una grande partita“.

Fa niente, ci sarà occasione per rifarsi. Il Falconara è alle Final Eight di Coppa Italia, già certo – praticamente – di partecipare ai play-off scudetto. Giusto godersi qualche giorno di relax, Angelica lo fa così: “A volte mi piace esplorare e viaggiare, altre sento l’esigenza di tornare a casa (in Basilicata, ndr). Come in questo weekend. Se ho altri hobby? Il mio hobby più grande è il futsal! (ride, ndr) Mi piace uscire, conoscere posti nuovi e gente nuova. Appena posso mi prendo qualche mia compagna di squadra e partiamo!”. Fuori dal campo come sul parquet. Adesso lo stop, poi Dibiase prenderà per mano le sue compagne per ripartire ancora alla ricerca di nuovi obiettivi.