Martedì la corsa sembrava più leggera e gli esercizi meno faticosi. Effetto Supercoppa per il Montesilvano ed Ersilia D’Incecco, che ha contribuito con il gol del sorpasso alla vittoria di ripresa in quel di Terni.

“Ci sono state due partite – analizza la biancazzurra – una nel primo tempo in cui abbiamo sbagliato approccio e siamo state messe in difficoltà, poi un secondo tempo in cui invece si è visto il lavoro che abbiamo fatto in questo mese. La strada è ancora lunga, ma i primi risultati sono stati importanti”.

Il successo ha portato un titolo che i tifosi potranno toccare con mano domenica 14 ottobre (la prima in casa del Montesilvano), tanto fiducia e una consapevolezza ben precisa.
“Quella di non poter sbagliare: i giornali dicono che siamo la squadra da battere e noi dobbiamo dimostrarlo in ogni gara mettendo in campo tutto ciò che siamo in grado di fare, con la concentrazione che le grandi prestazioni richiedono”.

E’ così, infatti, che il team di Marzuoli ha battuto le tricolori e ora può puntare a ripetersi – domenica 7 ottobre – contro le vice-campionesse della Kick Off.
“Anche se siamo ancora sotto preparazione e quindi non al 100% fisicamente, una partenza così ti costringe ad alzare l’asticella a livello mentale per reggere il peso di 80′ di grande impatto. Contro la Ternana lo abbiamo fatto ma sono venute fuori più le individualità, con le lombarde – contro le quali abbiamo sempre faticato moltissimo – dobbiamo invece mettere a disposizione della squadra le forze di ognuna di noi: gioco collettivo, rispetto e determinazione sono le carte da giocare per un esito positivo in trasferta”.

(fonte ufficio stampa montesilvano)