19 anni e giocarsi tutte le chance di questo mondo in Serie A. Erika Ferrara prende di petto il campionato e per il suo Falconara vuole il meglio; motivo per cui, con voglia e carattere, si prepara a dare battaglia alla Ternana.
L’obiettivo fissato è uno e uno solo: fare il possibile per “portare a casa punti!”
Una vittoria alla prima giornata, una sconfitta alla seconda contro una delle squadre più quotate del campionato, contro la quale ve la siete giocata alla pari. Con quale clima arrivate alla trasferta di Terni?
“Con il Breganze è stata una partita giocata alla pari dal primo all’ultimo minuto ma ci è mancata l’unità ed il ritmo che abbiamo solitamente. Ci sta sbagliare una partita; siamo una squadra e queste cose possono succedere ma fa nulla ora testa a Terni. Arriveremo a Terni vogliose di riscatto per la sconfitta della scorsa settimana e con la mentalità di andare lì per portare a casa punti o almeno fare tutto il possibile per far si che ciò avvenga”
Le due partite fin qui giocate che indicazioni mi hanno dato sulla vostra forza e sulle vostre qualità?
“Le due partite finora giocate ci hanno mostrato che siamo una squadra valida che insieme, con il lavoro e l’impegno costante, possiamo toglierci diverse soddisfazioni. Abbiamo tutte le carte in regola per far bene; sono anche emerse però delle difficoltà che con il mister stiamo curando durante gli allenamenti. I nostri punti di forza sono il gruppo e la voglia di sacrificio, contornati dalle singole qualità delle giocatrici”.
La Ternana è da sempre una delle squadre da battere, soprattutto in casa. Quale sarà la vostra strategia – se così la possiamo chiamare – per affrontare nel modo giusto le Ferelle?
“Diciamo che con la Ternana per noi ed anche per loro è sempre una partita particolare. La dovremo affrontare con la giusta concentrazione e con cattiveria sportiva, cosa che non guasta mai. Ogni settimana con il mister prepariamo partita dopo partita ed arriveremo lì con le idee molto chiare su come riuscire a smontare il loro gioco ed a finalizzare il nostro nel migliore dei modi”.