Prestazione di carattere del Team Scaletta e vittoria mai in discussione per le ragazze di coach Cernuto, sostituita per l’occasione in panchina dal vice Alessandro Aloisi, che superano 4-1 a domicilio la quotata formazione calabrese del Royal Team Lamezia. In grande spolvero il duo, ex Camaro, De Gaetano – Marchetta, con la prima che ha aperto il match e la seconda che lo ha chiuso con una doppietta. In mezzo il gol del totem Elisa Pensabene, unico volto della scorsa stagione schierato nel quintetto iniziale da coach Aloisi insieme al portiere Arrigo.

PRIMO TEMPO – Team Scaletta che dimostra subito la volontà di fare la partita, primo possesso e subito pericolosa Martina De Gaetano che tenta di superare Milani con un tiro da fuori. Ancora Scaletta ed ancora De Gaetano che, servita da Pensabene, supera il proprio marcatore e trafigge con la punta Milani per l’1-0. Infrazione di tempo con il pallone in mano per l’estremo calabrese, punizione dal limite con De Gaetano che coglie il palo pieno. Lamezia in confusione, un contro fallo su una rimessa a favore, porta De Gaetano a servire Pensabene che scarica un destro secco che si infila sotto l’incrocio per il 2-0 biancoblu. Coach Carnuccio decide di schierare subito il portiere di movimento, e per poco non ne approfitta Musumeci intercettando un passaggio laterale, tiro dalla propria metà campo che si spegne di poco a lato. Lamezia che trae forza dallo scampato pericolo, pallone recuperato dal limite della propria area da Masaro, coast to coast che porta la numero 5 a superare Arrigo rimettendo in partita le sue. Ci si aspetterebbe una veemente reazione ospite e invece è ancora il Team Scaletta a comandare il gioco. In chiusura di frazione, superiorità che si concretizza con una bellissima azione corale Cucinotta-Oliva-Marchetta con quest’ultima che scarta abilmente Milani e deposita il 3-1 nella porta sguarnita.

SECONDO TEMPO – Lamezia che prosegue nella sua fitta ragnatela di passaggi che però producono un possesso sterile con le messinesi che non rischiano mai. È Marchetta a produrre il primo pericolo della seconda frazione: azione personale, dribbling e destro potente da dentro l’area che viene chiuso in angolo, con il corpo, da Masaro. Dall’altra parte, a provarci è sempre e solo Masaro senza però mai trovare né lo spazio giusto e nemmeno la porta. Occasione ghiottissima per riaprire nuovamente la contesa che capita sui piedi di Stranieri, sinistro di prima intenzione però totalmente sballato e sospiro di sollievo per il Team Scaletta. Calabresi che via via vanno spegnendosi e Team Scaletta che ne approfitta per piazzare il colpo che chiude definitivamente il match. Passaggio magistrale di De Gaetano per il taglio di Marchetta che, in scivolata, realizza la doppietta persona e fissa il punteggio sul 4-1. C’è spazio anche per il secondo legno di giornata per le padrone di casa, pasticcio in difesa del Lamezia e Pensabene che ruba palla ma la sua conclusione prende il palo a Milani battuta.


Ufficio Stampa Team Scaletta
*foto: Leo Ciotto