Al Palazzetto dello Sport di Pontecagnano prima gara interna dell’anno per la Salernitana Femminile 1970. Le granata ospitavano, per il secondo turno del girone C della Serie A2 di calcio a 5 femminile, le abruzzesi del Pucetta. Termina 3-3 una gara carica di emozioni, con le padrone di casa a quota 2 punti dopo il pari dell’esordio per 5-5 contro la Woman Napoli.

PRIMO TEMPO – La Salernitana deve fare a meno, tra le altre, delle infortunate Cipoletta, D’Errico e Ianniello oltre a Enrica Giugliano squalificata dopo l’espulsione di Marigliano. Dopo 30 secondi Sgravo colpisce a freddo le padrone di casa con un diagonale che non lascia scampo a D’Urso, al suo esordio in granata. La risposta delle ragazze di Lanteri non si fa attendere e Di Martino, al terzo, dalla distanza impegna Milanese con al quinto Lisanti che mette di poco al lato. Un minuto dopo Milanese è chiamata. invece, agli straordinari sul sinistro velenoso di Lisanti su schema da corner. La pressione delle locali continua e al decimo D’Angelo calcia alto sopra la traversa avversaria mentre Giugliano trova il piede sinistro di Milanese che chiude in angolo. Dopo una fase di sofferenza si rivede il Pucetta che, al 13′, con Di Berardino trova attenta D’Urso che si ripete sull’avanti abruzzese al 16′. A tre dal termine Milanese abbassa la saracinesca su Di Martino, che spara centrale. Il primo tempo si chiude così sul parziale di 0-1.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione si apre con occasioni da ambo i lati. Di Berardino, al 4′, in contropiede a tu per tu con D’Urso trova la mano aperta dell’estremo difensore di casa. La Salernitana non sta a guardare e al 5′ trova il pari con Di Martino che recupera palla a metà campo prima di scaraventare sul fondo del sacco il suo destro. Dopo il pari la sfida continua su ritmi vibranti con Pastorini al 9′ a mancare di precisione su un piazzato da buona posizione. La calcettista ospite, poco dopo, sempre su punizione serve a Sgravo, a distanza ravvicinata, la palla buona per bucare l’incolpevole D’Urso. Nemmeno il tempo di mettere la palla al centro che Giugliano serve, in un corridoio centrale, Di Martino che scarta il portiere prima di pareggiare nuovamente i conti. La numero 14, galvanizzata, prova poi il jolly da centrocampo, al 12′, ma Milanese chiude in corner. Il Pucetta si scuote e torna avanti per la terza volta con Ferretti abile a recuperare la sfera, a cinque dal termine, al limite dell’area trovando il varco giusto che vale il 2-3. Lanteri si gioca così il portiere di movimento con Lisanti a salvare sulla linea dopo un giro palla non perfetto delle granata. Gonzalez, a tre dalla fine, mette alto sulla traversa mentre poco dopo di testa pesca Giugliano che trova il 3-3 da pochi passi. Nel finale il risultato non cambia: Salernitana e Pucetta si dividono la posta in palio.


Christian Vitale
Ufficio Stampa Salernitana