Il big match dell’ottava giornata di Serie A2 tra Pero e Virtus Romagna non ha storia, con le romagnole che rifilano una manita alla formazione lombarda al termine di una sfida semplicemente dominata. Seconda contro terza in classifica, un solo punto di distacco fra le due formazioni. Gli ingredienti per l’incontro da non perdere c’erano tutti e la Virtus di Imbriani non ha sbagliato nulla, giocando una delle migliori partite stagionali. Una vittoria che certifica la ritrovata salute fisica, mentale e tattica delle romagnole, che mettono così in fila il secondo successo consecutivo dopo il 3-0 ottenuto al Flaminio sul Città di Thiene.

PRIMO TEMPO – La Virtus parte forte sin dal calcio d’inizio e al 7’ sblocca il risultato con un potente diagonale mancino di De Oliveira, che arriva dopo una bella pressione di Guidi che riesce a recuperare il pallone nella metà campo del Pero. Le ospiti continuano a spingere e il 2-0 è inevitabile: Mencaccini trova il gol su schema da punizione, dopo la battuta di Berti, con un tiro che termina in rete dopo aver colpito la faccia interna del palo. All’intervallo la Virtus ci va in vantaggio di tre lunghezze grazie a Falcioni, veloce ad avventarsi sul pallone ribattuto da Sanna su tiro di Berti.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa continua il dominio virtussino. Il Pero decide di giocare quasi tutta la frazione con il portiere di movimento, una scelta che non paga e che la Virtus rigira a proprio vantaggio. Al 5’ Berti intercetta il pallone all’altezza della metà campo e segna a porta sguarnita. Le giocatrici di Imbriani sono in completa fiducia, continuano a gestire il match imponendo i propri ritmi sia in fase di possesso che di pressione. In casa Pero piove sul bagnato. Per un dubbio tocco di braccio in area di rigore, viene espulsa Prestes: sul dischetto si presenta Cremonesi ma Sanna è super e si oppone al meglio, il pallone poi carambola sui piedi di Guidi che centra in pieno il palo. La Virtus sfrutta comunque sia la superiorità numerica e segna il 5-0, ancora una volta grazie a Berti che insacca al termine di una splendida azione corale.

FACCANI – La Virtus ottiene così il secondo successo consecutivo, riuscendo ancora una volta a lasciare la porta inviolata. Susi Faccani, portierone e preparatrice dei portieri virtussina, sottolinea l’importanza di questa vittoria: “Dopo un paio di settimane di crisi ci siamo guardate negli occhi, abbiamo tirato su le maniche, e insieme abbiamo ribaltato la situazione da negativa a positiva. È una grande vittoria contro una grande squadra, una bella partita giocata con la massima attenzione, viste le individualità del Pero”. Poi Susi prosegue: “Siamo state efficaci in fase offensiva, è andata bene in generale e ci godiamo un po’ di felicità dopo un momento nero. Vincere con un clean sheet è l’obiettivo di ogni squadra, ma soprattutto di ogni portiere. Ci siamo difese bene, anche perché lavoriamo molto sulla fase difensiva, quindi, non posso che essere contenta per me e per le mie compagne che sono state molto brave. Questo ci dà entusiasmo per continuare ad allenarci e migliorare”.

Michelangelo Bachetti
Ufficio Stampa Femminile Virtus Romagna