Dopo la grande paura, ci sarà la grande festa: domani alle 18 è il giorno di Maite in rossoverde. Le decisioni degli organi federale stavano compromettendo addirittura l’iscrizione della Ternana Calcio Femminile al massimo campionato, una decisione dura, ma necessaria per far capire che nel club del Patron Basile la prima cosa conta è il rispetto. Rispetto conquistato dopo una giornata di duro lavoro avvocatizio e di politica sportiva che ha portato a dei risultati più equi che hanno soddisfatto i vertici rossoverdi al femminile. Dopo la tempesta esce sempre il sole, la luce calda del mattino questa volta verrà direttamente dalla Spagna più precisamente da Navalmoral cittadina della regione dell’Estremadura. Una regione molto simile all’Umbria, posizionata al centro della Penisola Iberica al confine con il Portogallo, un vero e proprio polmone verde spagnolo grazie alla riserva naturale del Montfragüe. Un milione o poco più di abitanti e due provincie come Badajoz e Caceres che tagliano in due la regione. L’ex Capitano del Burela, vera e propria bandiera della squadra galiziana che ha vinto tutto in questi ultimi anni, arriverà nella giornata di oggi con il volo Alitalia da Bilbao e sbarcherà a Fiumicino nel pomeriggio per rimanere poi tre giorni a Terni in modo da espletare tutte le pratiche amministrative e di contrattualizzazione. L’appuntamento la numero 17 rossoverde lo avrà, per il primo abbraccio con tifosi e stampa, domani alle 18 nella sede ufficiale del Pala Di Vittorio.

Bienvenida Gran Capitàn!

Tania Comanducci

Ufficio Stampa Ternana Calcio Femminile.