Ancora, ancora, ancora. L’Unicusano Queens Tivoli non intende davvero fermarsi in questa sessione di mercato in cui sono arrivati rinforzi di grande spessore (per tutti i nomi leggi qui). L’ultimo, ma solo in ordine di presentazione, è Federica Marzi, classe ’90 alla prima esperienza nel calcio a 5.

Federica, innanzitutto ben arrivata nel futsal… quanta strada per arrivare fin qui?

“Parecchia! Tanti, anzi, tantissimi km percorsi nel calcio a 11. Sono stata 5 anni alla Lazio, a 14 anni l’esordio in serie A, a 16 quello con la maglia Azzurra under 17. Poi anche la Res Roma che ringrazio. Per un totale di tre campionati vinti di serie B.. una bella corsa”.

E perché hai deciso di “cambiare”?

“Per motivi di lavoro, soprattutto. Poi facendo un torneo ho conosciuto Sandra Sussa che mi ha spiegato il progetto dell’Unicusano Queens Tivoli e mi è piaciuto subito. Ci ho creduto immediatamente”.

Un po’ di paura?

“Si, ma credo sia normale. E’ una nuova sfida per me. Io nel calcio a 11 ero esterno, abituata da sempre a spazi grandi e a dribbling. Nel futsal tutte queste caratteristiche sono limitanti ma credo molto in Sandra e sono convinta che mi farà crescere”.

Una ragazza in Elite che ti ha colpito?

“Facile, Giulia Domenichetti. A calcio a 11 aveva il mio stesso ruolo sulla fascia eppure ci ha messo pochissimo ad ambientarsi. Lei è arrivata nel calcio a 5 la scorsa stagione ed è entrata subito nel giro della Nazionale, un esempio per me”.

In attesa di vederti in campo, obiettivi per questa nuova avventura?

“Il primo è quello di portare questa squadra subito in Elite. Il mio personale, riuscire a conquistare la Nazionale nel giro di due anni…”.

Serena Cerracchio