È il timoniere di un gruppo che tutti, lei in primis, definiscono una grande famiglia. È la guida dentro e fuori dal campo, il punto di riferimento di un ambiente che, nonostante le difficoltà di un 2020 tremendo, continua a navigare sulla spinta della stessa passione di sempre: Giovanna Postorino, anima del CUS Cosenza, fa il punto della situazione dopo il k.o. interno con l’Irpinia e guarda ai prossimi impegni.

POSTORINO – Il 5-8 maturato nella domenica del secondo restart della A2 in rosa ha lasciato l’amaro in bocca all’allenatrice: “Non era una partita proibitiva: ce la siamo giocata fino alla fine, il futsal è uno sport imprevedibile. I primi 10 minuti ci hanno visto tirare in porta tantissime volte, ma una super Silvana Macchia ha fatto la differenza e le sue compagne sono state più ciniche nel beffare il nostro portiere. Nonostante la sua bravura, potevamo e dovevamo avere maggiore attenzione sotto porta”. Tornare in campo dopo un lungo periodo di stop ha rappresentato un ostacolo in più: “Non è semplice riprendere il ritmo partita, nella testa più che nelle gambe. Gestire l’ultimo mese, che comunque ci ha viste sempre sul campo, è stato complicato sia per il gruppo squadra sia per lo staff: una serie infinita di autocertificazioni per gestire gli spostamenti, vista la zona rossa della nostra regione, prenotare e organizzare i tamponi settimanali per avere un puntuale riscontro, cercare di osservare il più possibile i protocolli sanitari – spiega Postorino -. Siamo una squadra a gestione familiare, questa situazione ci ha viste un po’ tutte in prima linea”.

TOUR DE FORCE – Dopo quattro gare disputate, il CUS è nel gruppo di centro classifica con due vittorie e altrettante sconfitte: “Facciamo tutte dei sacrifici per amore di questo sport, quindi se mi avessero detto a inizio stagione che avremmo avuto questo bilancio parziale, avrei firmato subito. Il campionato, comunque, è ancora lungo – avvisa il tecnico gialloverde -. È una stagione strana e imprevedibile per tante motivazioni: noi, come sempre, cercheremo di fare il massimo”. All’orizzonte il tour de force prenatalizio: il 20 c’è la trasferta sul campo della New Cap, il 23 è in programma il recupero con il Lamezia: “Le pugliesi sono organizzate e hanno volti noti del futsal. Proveremo a voltare pagina, ripartendo da ciò che è mancato nell’ultimo match e cercando di esprimere il nostro gioco. Poi avremo pochissimo tempo per preparare la sfida con la Vigor: è un derby calabrese – chiosa Postorino – credo che le motivazioni vadano oltre ogni tattica”.

Redazione