Dopo il turno di riposo, il Cus Cosenza riparte dal big match con il Segato, attualmente capolista a quota 12 punti. Le ragazze di mister Postorino sono seconde a -3 ma, attenzione, con una gara in meno. Quella di domani è dunque una occasionissima. Ne parliamo con Tiziana Storino, al suo quarto anno al Cus.

Allora Tiziana, facciamo il punto della situazione: il campionato procede bene, nell’ultima gara contro il Borgia hai anche firmato una doppietta.

“Sì il campionato procede bene, ma non bisogna mollare mai e mantenere alta la concentrazione, la determinazione e l’impegno. È stato bello trovare il gol, è sempre emozionante. Vedo bene la squadra: penso ci siano tutti i presupposti per fare insieme un bel percorso”.

Come avete ritrovato la concentrazione dopo la sconfitta in finale di Coppa?

“La sconfitta, beh… Io penso sia necessario interpretare le sconfitte sempre come un’opportunità di riflessione e come stimolo nella crescita del gruppo”.

Sei al quarto anno con questa maglia. Cosa rappresenta per te il Cus?

“Il Cus, per me, è famiglia, gruppo, sport, energia, amicizia e tanto altro ancora. Difficilmente potrei allontanarmi. Mi sono avvicinata al futsal qualche anno fa, quando ho iniziato a giocare con una squadra formata a Paola, la mia città. Per poi coronare il mio sogno di giocare con la squadra del futsal del Cus Cosenza, che ammiravo e seguivo da sempre”.

Tiziana, svelaci il tuo desiderio per il 2020…

“Chiedo divertimento ed unione per il mio gruppo e la mia squadra”.

Valentina Pochesci