Tre vittorie di fila, poi il pareggio, in rimonta, col Città di Taranto. Il 5-5 della prima domenica di marzo ha sì rallentato la corsa del CUS Cosenza, ma ha comunque allungato a quattro la striscia di risultati utili consecutivi di Celeste Trimarchi e compagne, autorizzate a pensare in grande alla vigilia del rush finale della regular season di A2.

TRIMARCHI – Il capitano torna sulla gara del ventunesimo turno: “È stata una gara bella, difficile e lottata tra due squadre che vogliono ben figurare – racconta -. Abbiamo recuperato con grande determinazione uno svantaggio di tre reti, frutto di un avvio un po’ spento da parte nostra. È un punto guadagnato, si deve sempre guardare agli aspetti positivi: il campo ha parlato chiaramente”. La classifica dice che il CUS si è avvicinato con prepotenza al treno che conta: “Nelle ultime partite abbiamo ottenuto risultati preziosi. I playoff? Noi giochiamo tutte le gare con la voglia di dimostrare di non essere da meno rispetto a nessuno, poi, se dovesse arrivare un traguardo così inaspettato, saremmo contente due volte di più”.

TOUR DE FORCE – Il fitto calendario di impegni delle ragazze di Postorino proseguirà mercoledì 10 con il recupero contro la Sangiovannese, poi sarà la volta della trasferta sul campo dell’Irpinia: “Questi due incontri sono importanti, abbiamo la possibilità di confermare il nostro momento di forma – sottolinea Trimarchi -. Giochiamo ogni tre giorni e la stanchezza si fa sentire, ma ci alleniamo ogni settimana in modo da riuscire a reggere ritmi altissimi, soprattutto in alcuni match”. In casa gialloverde non esistono limiti: “La nostra forza è, ed è sempre stata, il gruppo: nel bene e nel male, siamo molto unite. Continueremo a dare tutto per raggiungere qualunque obiettivo possibile – chiosa il capitano -, sappiamo di poter dire sempre la nostra”.

Redazione