Ancora una rimonta a metà per la Corim Città di Taranto, che si arrende al “Bellevue” alla Salernitana Femminile per 2-3.

Clima incandescente nel piccolo palazzetto di Talsano, con il Commando Rossoblu come sempre autentico valore aggiunto di una comunque piacevole domenica di sport.

Primo tempo molto negativo per le ragazze del presidente Gianni Marsico che, nonostante diverse occasioni prodotte, chiudono la prima frazione di gioco sotto 0-2 con la doppietta di Linza. La ripresa inizia ancora peggio, con la rete del tris di Capolupo, ma Taranto non si spegne, si regge su una monumentale Cordaro e va vicino ad un pareggio insperato con Conserva Iaia, non sfruttando appieno la doppia espulsione delle granata apparse in difficoltà nell’ultimo scorcio di gara.

Questo il commento del tecnico della Corim Vito Liotino: “È stato evidente il primo tempo regalato dal primo al ventesimo minuto dove le due reti subite, che potevamo evitare, ci hanno reso la gara difficile. Sulla prima subita, peccato, l’arbitro non ci ha dato un calcio d’angolo evidente e sulla ripartenza abbiamo subito la rete. Nel secondo tempo la gente si è divertita, come sempre un palazzetto caloroso. Abbiamo creato molto e sotto porta sbagliato molto, ma la squadra sul campo è molto giovane ed il futuro è importante. I miei complimenti all’avversario che ha saputo vincere la gara sui nostri errori, ma il calcio a 5 è così. Un grosso grazie alle mie spartane per il grande impegno”.

(Fonte Ufficio Stampa Corim Città di Taranto)