Nelle ultime tre stagioni, le Final Eight sono cambiate moltissimo. Squadre, protagoniste, finaliste… Ecco da dove ripartirà il cammino verso la Coppa Italia. Da certezze, dubbi ma anche molte conferme.

Nel campionato 2016/2017 il massimo campionato femminile era etichettato ancora come Elite. La finalissima fu Olimpus Roma-Ichnusa Sinnai, con la compagine di mister D’Orto ad imporsi per 4-1 sulle avversarie, dopo aver superato Montesilvano e Kick Off. Per il Sinnai, il cammino verso la finale passò con le vittorie su Locri e Breganze. Regina della competizione fu Vanessa Pereira che, come Amparo nella scorsa stagione, mise a segno 6 centri.

L’anno scorso, la finale vide l’una contro l’altra Cagliari e Montesilvano, con la formazione di Marzuoli a vincere ai rigori dopo il 2-2 maturato al termine del match. Compagine abruzzese che, prima di arrivare in finale, eliminò nell’ordine Kick Off e Olimpus. Protagonista assoluta di questa cavalcata fu Amparo. Tre le reti rifilate alla formazione di Milano, una a quella romana e alle sarde, oltre a quella su calcio di rigore nella finale. 6 in tutto. Il Cagliari, invece, arrivò alla finalissima dopo aver avuto la meglio su Ternana e Statte.

In questa edizione le Final Eight ripartiranno da queste certezze: Lazio, Ternana, Kick Off e Montesilvano sono delle conferme per la competizione. Prime finali raggiunte dal Salinis e dalla neopromossa Florentia. Dopo un anno di assenza, torna il Breganze. Statte alla seconda Final Eight consecutiva. Rispetto alle finali della passata stagione, mancheranno Olimpus Roma, Cagliari e Pescara.

Giovedì 21 marzo al Palasport di Cavezzo la Final Eight inizierà da qui:

  1. FUTSAL SALINIS-FUTSAL BREGANZE (ore 10)
  2. REAL STATTE-LAZIO (ore 12)
  3. KICK OFF-FUTSAL FLORENTIA (ore 14)
  4. MONTESILVANO-TERNANA (ore 16)