Dopo la gioia per aver battuto la Futsal Florentia e il turno di riposo, la Coppa d’Oro è pronta a tornare in campo per affrontare il Nazareth. Obiettivo, naturalmente, conquistare altri tre punti.

A due giorni dal match, noi di Ladyfutsal ne abbiamo parlato con Barbara Tombesi: attualmente indisponibile per infortunio, non vede l’ora di tornare a giocare con le sue compagne…

Barbara, venite da una grande vittoria: cosa ha rappresentato per il gruppo battere la Florentia?

“Sì è vero, veniamo da una grande vittoria, aggiungerei di squadra. Come sanno tutti la Florentia è la prima in classifica del girone, non era mai stata battuta fino ad oggi. Per il gruppo batterla ha rappresentato una grande soddisfazione per il lavoro di crescita che stiamo facendo, ovviamente inutile negarlo la gioia era tantissima perché per noi era una partita davvero importante, sia dal punto di vista della classifica che dal punto di vista mentale: venivamo comunque da due sconfitte consecutive e quindi bisognava rialzarci. A prescindere dal risultato loro hanno molti elementi forti tecnicamente, però io penso che per vincere le partite bisogna giocare da squadra e noi con carattere ci siamo presi quello che ci meritavamo, combattendo fino all’ultimo secondo”.

Ora il Nazareth, che gara prevedi?

“Aldilà della classifica è il campo che parla, quindi credo che come ogni domenica dovremo scendere in campo con la determinazione e la voglia di vincere per portare a casa punti fondamentali”.

La classifica è ottima, come reputi fin qui il vostro campionato?

“Durante la fase di andata del campionato abbiamo avuto alti e bassi: alcune partite potevamo approcciarle meglio mentalmente, e di conseguenza i punti persi ci avrebbero portato ancora più in alto. Sicuramente siamo soddisfatte di tutto, con qualche rammarico ecco”.

E come valuti invece il tuo percorso?

“Il mio finora è stato un percorso di crescita in una squadra di ragazze con molta esperienza e tanta voglia di fare, mi sto trovando benissimo e un grazie lo devo al mio mister che da inizio campionato non ha mai smesso di credere in me. Purtroppo è stato un percorso molto sfortunato, pieno di infortuni, sono due mesi che non gioco e sto ferma per una brutta pubalgia ma non mi abbatto e non mollo. Sto lavorando per poter tornare in campo e ovviamente nel mio piccolo aiutare la squadra”.

Valentina Pochesci