Gran bel periodo per la Coppa d’Oro: domenica, vincendo 3-0 sul campo del Borussia, ha conquistato la terza vittoria consecutiva. E’ naturalmente felice del risultato Simona Scerra, che ha avuto anche un secondo motivo per festeggiare: proprio domenica è ritornata in campo dopo un infortunio che l’ha costretta a saltare le prime sei gare di campionato. Per lei è stata dunque una doppia vittoria!

In questa intervista rilasciata in esclusiva a Ladyfutsal, Simona ci confida le sue emozioni legate al rientro in campo e commenta con orgoglio il cammino della sua squadra fin qui.

Ciao Simona! Un tuo commento sulla gara contro il Borussia?
“Siamo entrate in partita fin da subito con concentrazione, dominando per l’intera gara. Siamo state determinate e non abbiamo concesso spazi al Borussia, consapevoli che se avessimo calato un po’, essendo la squadra di Cinzia Bevenuti molto valida, ci avrebbe messe in difficoltà. Sono soddisfatta del risultato ma in particolar modo sono contenta di esser rientrata in campo dopo un lungo stop causa infortunio”.

Come state preparando la prossima sfida?
“Il Nazareth è una squadra giovane e grintosa, con la quale abbiamo lottato lo scorso anno per il primato in Serie C. Ci stiamo allenando con concentrazione, tenderemo ad imporre il nostro gioco senza adattarci a quello dell’avversario”.

Un bilancio del vostro campionato fin qui?
“Se guardo la classifica, beh… siamo seconde a 2 punti dalla prima. Sono più che orgogliosa del risultato che finora abbiamo ottenuto. Il campionato è molto lungo ancora, le squadre sono molto equilibrate e non dobbiamo fare passi falsi, la classifica è corta! Massimo impegno e costanza da parte nostra per mantenere la posizione”.

Come ti trovi alla Coppa d’Oro?
“Benissimo. È il terzo campionato che disputo con questa squadra: 2 anni in serie C e questo in serie A. Sto bene con le ragazze, nonostante quest’anno abbiamo aggiunto molti tasselli siamo subito entrate in sintonia. Alla base c’è una società solida che non ci fa mancare nulla, con un presidente eccezionale e uno staff tecnico molto in gamba guidato dal mister Loredana Ceccarini”.

Simona, qual è il tuo obiettivo?
“Dare una mano alla squadra per raggiungere traguardi importanti. Finora sono stata sugli spalti ad incitarle domenica dopo domenica, è stata molto dura guardare da fuori. Sono stata out le prime 6 giornate purtroppo, un problemino al ginocchio mi ha tenuta ferma quasi 2 mesi. Ho fatto il massimo per accelerare i tempi di ripresa proprio perché era tanta la voglia di reintegrarmi al gruppo, ed eccomi qui, domenica è stata la mia prima partita in questa stagione. Non ti nego che prima di entrare domenica avevo dentro quel timore che ci si porta quando rientri dopo periodi di stop, è stato fondamentale il supporto delle mie compagne che mi hanno trasmesso carica e sicurezza. E per fortuna è andata benone, sono riuscita ad entrare in partita e ad amalgamarmi al ritmo partita: quello che mi mancava. Il mio obiettivo l’ho raggiunto, ovvero fare la serie A con la mia squadra e col mio mister”.

E quello della squadra?
“Adesso sta a noi dire la nostra e lo stiamo facendo bene finora. Non ci poniamo traguardi su posizioni o punteggi da raggiungere, il nostro obiettivo è principalmente fare bene e lasciare un segno positivo ad ogni partita. Poi se continuano ad arrivare vittorie non ci dispiace mica… vuol dire che qualcosa stiamo costruendo!”.

Valentina Pochesci