Obiettivo: ripartire. Dopo un inizio esaltante, la Coppa d’Oro Cerveteri è incappata in due sconfitte consecutive, un calo fisiologico che non allarma le ragazze di mister Sanzari. Ne abbiamo parlato con Mariamichela Grassi, al suo primo anno in gialloblù.

Michela, venite da due sconfitte: cosa non ha funzionato nelle ultime gare?

“Quella con la Virtus Ragusa, che è un’ottima squadra, credo sia stata una bella partita combattuta e decisa da episodi: entrambe volevamo portare a casa i tre punti, sul finire con molti rischi alla fine li abbiamo pagati cari noi. Col Fondi probabilmente non abbiamo fatto la nostra miglior prestazione, ci può stare nell’arco di una stagione”.

Ora vi aspetta la Virtus Ciampino…

“Abbiamo analizzato a fondo le ultime prestazioni per far tesoro degli errori e affrontare il Ciampino, ottima squadra tra l’altro, mettendo in pratica ciò che il mister ci chiede con un’altissima intensità e un aiuto reciproco”.

Ti sei trasferita quest’estate a Roma: come ti stai trovando in squadra?

“Mi sono integrata bene nel gruppo, si lavora sodo ed il livello è alto. Ma non mancano i sorrisi perché con grande piacere ho trovato un gruppo di ragazze simpatiche e coese, oltre che di gran livello tecnico”.

Per finire una curiosità: sei sposata da poco, tuo marito ti segue? Cosa pensa del futsal femminile?

“Sì mi segue ed è appasionato di futsal, avendo allenato in A e A2 femminile. Ora invece allenando una maschile Under 19 a livello nazionale”.

Valentina Pochesci