Il Cus Pisa è tornato dalla Sardegna a mani vuote. Ieri (15 ottobre) è stata l’Arzachena, infatti, a imporsi 2-1 tra le mura amiche.

LA GARA – Un primo tempo equilibrato, le squadre si studiano, ma non trovano la rete. Si va negli spogliatoi sullo zero a zero. Si riparte con le padrone di casa molto più aggressive, tanta pressione fino a riuscire sbloccare la partita con la Kovalenko. 1-0. Il Cus Pisa non molla, cerca di reagire, ma gambe e testa non bastano e subisce il raddoppio, sempre con la Kovalenko. Sul 2-0 le gialloblu si ritrovano anche senza portiere, un infortunio non le permette di terminare la partita. Entra il pivot Landolfo che fa un’ottima prova tra i pali. Pochi minuti alla fine, il Cus Pisa si sveglia e con una bella punizione di Coda accorcia le distanze. Tanta pressione, tanti tiri, ma non c’è più tempo. Fischio finale 2-1 (Ufficio Stampa Cus Pisa).


Redazione