“Hai danzato sui parquet italiani per anni, con un passo che ti ha sempre contraddistinto, con una marcia e una grinta che ti hanno reso speciale tra gli speciali. Ciao campione”. Questo è il nostro saluto a Rogério Rocha da Silva, per tutti più semplicemente Rogério. Stroncato prematuramente da un infarto nel suo Brasile. La sua scomparsa ha colto tutti di sorpresa… Amici, colleghi, tecnici, hanno affollato e stanno ancora affollando il web con i ricordi di un ragazzo, di un pivot roccioso, di un uomo capace di lasciare con grande semplicità un segno indelebile nella vita di quanti lo hanno incontrato o, magari, solamente ammirato in una partita. In Italia, ha vinto due scudetti, con Perugia e Pescara, due Coppe Italia, con Luparense e Pescara, due Supercoppe Italiane, con Luparense e Pescara, un campionato spagnolo, con l’Inter Movistar, e una Coppa Uefa con il Montesilvano. Originario di San Paolo, avrebbe dovuto fare ritorno in Italia oggi, per unirsi ai suoi nuovi compagni, quelli del Sandro Abate, club che lo aspettavano a braccia aperte; la Società aveva annunciato il suo arrivo nella prima settimana di Luglio. Da oggi Rogério osserverà e veglierà questo sport dal paradiso del futsal. A noi non resta altro che ricordarlo e rivolgere ai suoi familiari le più sincere condoglianze per la perdita di una ragazzo che ci aveva appassionato, che sapeva come trasmettere i valori di questo sport anche a chi, di questo sport, non ne sapeva nulla. Ciao Rogério, ciao campione!