La fascia di capitano non la si indossa mai per caso. Chiara Battistoli la porta sul braccio con pieno merito. Una giocatrice forte tatticamente e tecnicamente ma soprattutto dal grande carisma. Una guida per le compagne di squadra. Come nel percorso che ha condotto la Thienese alla conquista della Coppa Italia di categoria. Tutta la squadra si è espressa su grandi livelli ma sicuramente Chiara Battistoli è stata tra le migliori. Decisiva in finale ma anche nelle partite precedenti. Ecco le sue dichiarazioni, in esclusiva a ladyfutsal.com, sulla stagione passata e su un sogno chiamato Elite.

La Coppa Italia è giunta a coronamento dei tanti sforzi fatti da chi, come me, macina km e lavora tutto il giorno. Questo trofeo è stato un premio per un gruppo speciale composto da persone uniche. Ogni vittoria non è casuale, se il gruppo non è compatto è impossibile trionfare sugli avversari. La prossima stagione giocherò ancora alla Thienese ma mi attende ancora una lunga riabilitazione per guarire definitivamente dal mio infortunio. Dovrò recuperare dal punto di vista fisico ma soprattutto da quello mentale. Perchè la testa è tutto nella vita come in questo sport. La Thienese dove la metti sta, con il giusto atteggiamento. La società si sta organizzando per bene per mantenere la categoria. Speriamo di dire la nostra.