Un risultato che nessuno dimenticherà facilmente. E anche giustamente aggiungeremo. Un successo costruito passo dopo passo e a suon di vittorie. Una promozione che porta il sorriso in casa CF Pelletterie e che servirà per trovare la forza e la necessaria motivazione in vista del prossimo anno, dove servirà un’altra impresa: quella di non sfigurare tra le grandi del futsal.

Per celebrare il percorso della squadra toscana abbiamo scambiato quattro chiacchiere con una delle veterane della squadra, Erica Pucci.

Erica, una stagione da incorniciare coronata con la promozione. Che cosa significa per te questo traguardo che sei da tanti anni in questa società?

“È un risultato frutto di lavoro ed una lunga strada percorsa insieme alla società ed alle mie compagne. Questo è il mio terzo anno qui, ma non nego che già dal mio arrivo l’obiettivo, o meglio, il sogno era proprio questo. Una gioia immensa quindi”.

L’eliminazione in Coppa Italia può esser considerata l’unico neo stagionale. Hai qualche rimpianto, anche considerato l’esito finale?

“È stata veramente una nota amara che tutt’oggi negli spogliatoi ogni tanto ancora risuona. Ma penso anche che quella sconfitta ci abbia dato la giusta motivazione per proseguire in campionato e conquistare la promozione”.

Cosa ti aspetti ora in vista del prossimo anno?

Siamo consapevoli che servirà una grande annata; sarà difficile, tortuosa ma bella. Dovremo studiare ogni singola partita, indipendentemente da chi ci troveremo di fronte ed, in generale, servirà crescere sotto ogni aspetto”.

Marco De Santis