Il CF Pelleterie è un uragano che non sembra voler placare la propria furia. Dopo il successo in casa del Padova, le ragazze rosanero si impongono per 5-2 contro il Centrostorico Montesilvano, blindando sempre di più il primo posto in classifica.

Una partita sbloccata grazie al preciso diagonale di Debora Iaquinandi, universale alla corte di mister Zudetich che, in questa intervista esclusiva, ha analizzato la gara contro le abruzzesi e riferito le sensazioni in vista del match di domenica prossima contro quel Granzette che… finora è stata l’unico in grado di fermare le toscane.

Saprà Rovigo, e in particolare la squadra di coach Bassi, farsi trovare ancora pronta e in grado di fronteggiare l’ira dell’uragano rosanero? Al campo l’ardua sentenza.

Debora, partiamo da un commento sulla gara con il Centrostorico Montesilvano?

Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile da affrontare, ma in settimana ci siamo allenate bene. Il nostro avvio di gara è stato buono, pressando alte e portandoci in vantaggio di tre reti ma, anche successivamente, siamo state brave a rimanere compatte nonostante le avversarie abbiano provato a tornare in partita segnando due reti. È un risultato importante in ottica classifica”.

Hai messo in campo una grande prestazione siglando il gol che ha aperto l’incontro; come ti senti a riguardo?

“Come dico sempre: se gioco bene è solo grazie alle mie compagne che mi permettono di farlo. Sono contenta per la rete perché non ne realizzo molte ed è sempre una gioia quando succede”.

C’è una dedica speciale per qualcuno in particolare?

“A chi mi sostiene a livello sportivo e nella vita privata. Inoltre, voglio condividerlo con Tommaso, il figlio del mio ex allenatore Iuri Campofiloni, che ha dovuto affrontare un intervento molto difficile superato però con gran successo. È un bambino di soli otto anni ma è dotato di una grande forza e gli faccio i migliori auguri di pronta guarigione.

Come giudichi la tua stagione?

“In modo positivo. Ho qualche problema fisico, ma per fortuna lo riesco a tenere sotto controllo. Sono soddisfatta anche se pretendo sempre qualcosa in più da me”.

La prossima partita vi vedrà opposte al Granzette e non può essere considerata una gara come le altre; quanta voglia di rivalsa c’è e che CF Pelletterie vedremo?

“Non sarà un match come gli altri dopo quello che è successo in Coppa Italia. Credo però che gli errori aiutino a crescere; quindi scenderemo in campo concentrate e cercando di non concedere niente alle avversarie, come del resto proviamo a fare ogni domenica”.

Marco De Santis