Un Capena acciaccato con le assenze importanti di Fuhrmann e Will in panchina, per onor di firma affronta una Kick Off nel pieno delle sue forze e gioca un primo tempo quasi perfetto.

PRIMO TEMPO – Il fortino biancorosso regge bene tra una difesa precisa come un orologio e Castagnaro a prendere tutto. Al nono è Bea Martin ad avere un’occasione d’oro a tu per tu con Castillo che spreca a lato di piatto. Dopo un paio di tiri fuori delle Milanesi con Pomposelli e Bettioli è ancora il Capena ad avere una occasione con Macchiarella che cicca la palla a tu per tu con Castillo dopo un colpo di tacco prelibato di Neka. Due belle parate di Castagnaro su Bettioli e Vanin poi l’occasione più ghiotta per le Leprotte: Benvenuto manda fuori da pochi passi dopo una bella azione con Neka. La Kick Off preme, ma con un non nulla di fatto. Al quindicesimo il fattaccio: il secondo arbitro vede un fortuito fallo di mano di Agnello quasi al limite dell’area ed estrae il rosso. Sul rigore si esalta Castagnaro, che si oppone a Vanin come un muro per ben due volte. I due minuti passano senza subire gol con la grande esperienza di Neka che si mette sul calcio d’angolo a far scorrere il tempo ogni volta che può. Rientrata la quarta Leprotte, dopo due grandissime parate di Castagnaro, sfiorano per due volte il vantaggio prima con Bea Martin in contropiede e poi con Macchiarella. Punizione al diciannovesimo di Neka che viene ribattuta, il fortino biancorosso regge fino alla fine con cuore e coraggio, soprattutto con una Castagnaro super.

LA RIPRESA – Secondo tempo sulla falsa riga del primo. Il secondo arbitro non fischia un rigore palese su Neka, che quasi sulla linea di porta viene placcata da Vanin: sarebbe stato rigore ed espulsione. Castagnaro subito dopo si oppone per due volte a Pomposelli, a cui nega il gol. Si arriva a metà secondo tempo ancora a reti inviolate con le Leprotte concentratissime in fase difensiva. Al decimo Neka prova da lontano, ma manda alto. Poco dopo su un’azione confusa in aerea Pomposelli mette la palla in rete e riesce a mandare in vantaggio le milanesi. All’undicesimo viene ammonita Pomposelli per un fallo di mano che interrompe un contropiede di Bea Martin. A quattro minuti dalla fine, Castagnaro commette il primo errore della gara che però non comporta nulla: Exana spreca alto su rinvio corto del portiere brasiliano. Altre due parate incredibili di Castagnaro su Vanin negano il raddoppio alle milanesi, che nel finale rischiano di subire anche l’uno a uno. Al triplice fischio le ragazze biancorosse si stringono in un abbraccio che sa di cuore, sudore e coraggio.

Luca Pellegrini
Ufficio Stampa Città di Capena
*foto: Luca Pagliaricci