La scadenza è per le 18.00 di oggi. E per ora la Ternana non ha intensione di iscriversi. Il caso Blanco ha lasciato più che perplessi a Terni e la società rossoverde non ha intenzione di pagare multe “senza senso”.

Ieri sera su Tele Galileo nella tasmissione di Ivano Mari è intervenuto il Direttore Generale della Ternana Damiano Basile confermando quanto scritto dal comunicato ufficiale uscito in giornata: ”A lunedì sera la Ternana Calcio Femminile non si iscriverà perché non sussistono i minimi principi di tutela per una Società come la nostra, sono d’accordo completamente con mio padre su questo”.

Mari incalza, Damiano non c’è nessuna possibilità di un dietro front? ”Per ora no, è chiaro che se domattina i vertici federali si muovono per modificare ciò che ad oggi è stato proposto qualcosa potrebbe cambiare. Vogliamo una ”giusta giustizia”, non una sproporzione nei giudizi, la multa poteva anche arrivare, ma di proporzioni minime e la Blanco deve prendere una squalifica significativa non certo un paio di mesi da scontare in estate”.

Una non iscrizione potrebbe mettere a rischio il nuovo Pala Sport vostro progetto da sempre? ”Potrebbe, senza ombra di dubbio, ma noi dobbiamo capire se il calcio a 5 femminile è uno sport credibile per meritare un progetto del genere e un palcoscenico come quello creato dalla tifoseria rossoverde e dalla città di Terni”.

La scadenza sarà domani (oggi) ore 18 giusto Damiano? ”Si, a meno che non ci siano proroghe della Divisione cosa possibile, ma che non credo. Per noi comunque al di là di questo la data che interessa più di tutte è il 14 quando si riunirà la commissione per giudicare la Blanco. Riguardo a questo il nostro rappresentante in procura è l’Avvocato Carignani, ci fidiamo ciecamente di lui”.

Ufficio Stampa