La Virtus Romagna inizia con una vittoria anche la stagione in casa, imponendosi di misura per 1-0 sul Santa Maria Apparente al termine di una partita estremamente combattuta e aperta fino al triplice fischio.

LA GARA – Una partita che ha confermato le aspettative e le previsioni in sede di presentazione di coach Imbriani: tosta, a basso ritmo e particolarmente difficile da prendere per le redini. Il primo tempo è principalmente di studio, nessuna delle due formazioni è protagonista di azioni clamorose. La ripresa, invece, gli errori diminuiscono e sia le padrone di casa che le ospiti mostrano reali intenzioni di conquistare i tre punti. Nel finale, dopo il gol del definitivo 1-0 virtussino a opera di Isabella Carta, le marchigiane vanno vicinissime a impattare il match colpendo una clamorosa traversa e impegnando una superlativa Faccani. Ma le virtussine, anche grazie alla fortuna, resistono e si portano così a 6 punti dopo due giornate di Serie A2.

CARTA – Ed è proprio dalla match winner Carta che partiamo. Il giovane neoacquisto virtussino si è dimostrata già decisiva, aiutando le romagnole a portare a casa una partita dura e combattutissima. “È stata sicuramente una partita difficile. Non siamo riuscite a imporre il nostro ritmo come avremmo dovuto fare e ci siamo un po’ perse in fase di impostazione, non riuscendo ad avere l’intesa giusta per affondare e mettere in maggiore difficoltà l’avversario”. Poi aggiunge: “Il risultato è rimasto invariato per quasi tutta la partita, tenendo conto, ovviamente, anche degli ottimi interventi del portiere avversario e del nostro. Nonostante questo, a pochi minuti dalla fine è arrivato il gol del vantaggio e da lì in poi abbiamo provato a difenderlo in tutti i modi, e nonostante qualche difficoltà siamo riuscite nel nostro intento: portare i 3 punti a casa”. Isabella parla poi di questa sua nuova avventura in maglia Virtus: “Sta andando molto bene. Mi sono trovata bene fin da subito, le compagne e la società mi hanno accolta a braccia aperte e questo sicuramente mi ha aiutata tanto nell’iniziare questo nuovo percorso col piede giusto. Mi sento bene e le sensazioni sono positive, la strada è ancora lunga ma credo che tutte assieme ci toglieremo grandi soddisfazioni”. Infine, un pensiero anche su ciò che si aspetta da questa stagione: “Non mi aspetto qualcosa di complicato: vorrei vivere una bella esperienza, di quelle da ricordare col sorriso. Una di quelle esperienze che a prescindere dal risultato finale ti regalano felicità. Ovviamente gli obbiettivi societari e di squadra sono chiari e non sarebbe male raggiungerli, però credo che la cosa principale sia stare bene, questo poi porterà passo dopo passo a tutto il resto”.

Michelangelo Bachetti
Ufficio Stampa Femminile Virtus Romagna