Dopo i risultati non proprio positivi delle ultime gare, le ioniche affrontano la Five Bitonto, lanciata verso la Serie A con ancora zero sconfitte all’attivo. Le ragazze di Liotino sfornano una impresa immensa e battono per due a uno la capolista. Decisiva una doppietta di Veronica Calendi. Il match si è giocato, per inversione di campo, al PalaBorsellino di Bitonto.

PRIMO TEMPO – La partita è equilibrata e si vede subito, dai primissimi istanti del match. Le ioniche attendono le neroverdi e ripartono, per tentare di fare male. Dopo alcune conclusioni dalla distanza è il Taranto a passare avanti: Marangione a 13’, lavora un buon pallone per Calendi, che attenta si fa trovare sul secondo palo per il tap-in vincente che batte Tardelli. Nella prima frazione di gioco sono le rossoblù a farsi più pericolose, con alcune conclusioni di Marangione, Losurdo e ancora Calendi. Il Bitonto si vede in alcuni sprazzi dalle parti Cordaro, la quale è sempre attenta a respingere le azioni offensive delle avversarie. La prima parte di gara si conclude con le ioniche avanti di una marcatura. Nel secondo tempo c’è un Bitonto più determinato che vorrebbe trovare subito la rete del pareggio per tentare di ribaltarla. Tante le occasioni sprecate sottoporta delle varie Moreira, Azevedo e Loth. Di fronte alle ragazze neroverdi oggi c’è un’ottima Manuela Cordaro, che respinge e blocca di tutto.

SECONDO TEMPO – A metà ripresa, arriva un episodio che avrebbe potuto cambiare la partita. Convertino, perfetta fino a quel momento, commette fallo da rigore. Dal dischetto si presenta Brenda Moreira, la quale sbatte sulla traversa e va fuori. Gol sbagliato e gol subito, questa è la dura legge del calcio. Il Taranto ne approfitta a 16’, quando Losurdo recupera palla e serve Calendi, che si invola verso Tardelli e la batte con il suo destro per il due a zero ionico. La contesa però non è finita, un minuto più tardi, mister Pannarale con la forza della disperazione gioca con il quinto di movimento e riesce ad accorciare le distanze. Moreira pesca in aria Azevedo che in scivolata mette dentro per il due a uno che riaccende le speranze baresi. Il Taranto, però, è bravo a non farsi beffare e riesce a portare a casa tre punti pesantissimi, contro chi non aveva mai perso. Un grosso plauso quindi alle ragazze di Liotino e Fabiano. Con quest’ultimo che ha sostituito il primo poiché squalificato. Ricordiamo che al match non ha partecipato il capocannoniere rossoblù, Simona Giliberto, per squalifica.


Cosimo Lenti
Ufficio Stampa Corim Città di Taranto