Ancora una settimana di pausa dal campionato dopo la gara rinviata contro lo Statte e la giornata di riposo. Niente partita, domani, per la FFC che dovrà stare ai box per altri sette giorni visto il rinvio richiesto da Città di Capena. Ma nonostante il periodo lontano dalle gare ufficiali, il team rossoblù non si è mai fermato continuando a lavorare sul campo per affinare schemi e tattiche in vista dei futuri impegni. Una pausa forzata che sta comunque permettendo allo staff FFC di proseguire nel percorso progettato questa estate. Il momento, non è facile con la grande voglia di tutti di tornare alla normalità e riassaporare le emozioni del campo di gara in partite ufficiali.

FALCONI – Un sentimento condiviso da tutta la società cagliaritana, Tamara Falconi compresa, che dopo l’arrivo in Sardegna ha dovuto vivere un’altalena di emozioni. “L’impressione al momento è quella di tanta tristezza per questa situazione difficile causata dal virus – afferma il portiere FFC -. Sappiamo bene ed è giusto che per prima cosa si deve pensare alla nostra salute, però senza giocare a calcio fa tanto male al cuore. Sappiamo anche che dobbiamo essere sempre più attenti per evitare che la situazione peggiori e solo così potremo tornare presto a giocare e divertirci”. Perché quello che si vive in campo, per un’atleta, è proprio questo: divertimento e impegno. “Come obiettivo personale ho quello di crescere e migliorare sempre per favorire la squadra quando sono chiamata in campo – aggiunge Falconi – sono una persona a cui piace molto allenarsi e sono desiderosa di imparare”. Un atteggiamento che per lei è sempre presente in campo per integrarsi sempre di più nel gruppo rossoblù in questa sua prima esperienza in Sardegna. “La verità è che mi sento molto tranquilla e a mio agio qui a Cagliari – conclude Falconi – la squadra mi ha accolto molto bene sin dal mio arrivo e tutto sta continuando così”.

Ufficio Stampa Futsal Femminile Cagliari