Per la difesa della porta biancorossa arriva un rinforzo fondamentale e di buona prospettiva: il suo nome è Monia Fichera. Classe 1995, il giovane portiere arriva dal Trilacum, lo scorso anno in A2, con cui ha ottenuto una agevole salvezza, chiudendo ad un passo dai play off. Il Futsal Breganze ha acquisito a titolo temporaneo le prestazioni sportive di Monia Fichera e ringrazia per l’operazione il presidente del Trilacum, club trentino, Walter Mosna.
Benvenuta a Breganze Monia, ci racconti qualcosa di te?

“Sono Monia Fichera, ho 23 anni, vengo da Rivalta Veronese, in provincia di Verona. La mia più grande passione è il calcio e l’attività fisica in generale, mi piace fare lunghe camminate in montagna vista la vicinanza con il lavoro”.

Come e quando è nata la tua passione per il c5?

“La passione per il calcio in generale è nata all’età di 6 anni: mio papà faceva il portiere in una squadra locale, così ho cominciato il mio percorso calcistico assieme a mia sorella nel settore giovanile della Val D’Adige, per poi passare in Under 14 al Bardolino Verona femminile. Ho proseguito la gavetta con la Primavera del Verona femminile, ma in seguito ho deciso di prendermi un periodo di pausa (un paio di mesi) e sono passata al calcio a 5. Tramite una mia compagna di scuola sono approdata al Futsal Rovereto e lì sono rimasta per 4 stagioni. Finito il campionato mi ha contattato il GS Trilacum di Trento, in Serie A2, e oggi, eccomi qua”.

Perché hai scelto Breganze?

“Sono stata contattata dal Breganze circa un mese fa verso i primi di giugno per fare parte del progetto. Ho scelto di venire in questa squadra per poter migliorare, imparare dalle giocatrici più forti del panorama calcistico femminile e aumentare il mio livello. Una scelta presa insieme alla mia famiglia ed è stata la decisione più bella della mia vita”.

Per te che sei un giovane portiere, cosa vuol dire avere la possibilità di allenarsi con il terzo miglior portiere al mondo, Bianca Castagnaro?

“Allenarsi con Bianca Castagnaro, che è il terzo miglior portiere al mondo, sicuramente è una cosa fantastica e stimolante. Sono certa che da lei posso imparare tante cose”.

Vieni dall’esperienza in A2 con il Trilacum, cosa ti aspetti da questa nuova avventura a Breganze?

“Sì vengo da una stagione in A2 con il Trilacum, squadra di Trento. Da questa annata con il Futsal Breganze mi aspetto di migliorare la mia tecnica di gioco e di fare squadra, di vivere nuove esperienze che mi faranno crescere sia a livello personale e anche calcistico”.

Conosci la Serie A? Che campionato credi possa essere il prossimo?

“Ho sempre seguito la Serie A tramite i siti e le pagine Facebook delle varie società. Credo che questo campionato sarà tattico e molto fisico. Non vedo l’ora di farne parte!”.

Cosa vuoi dire ai tifosi biancorossi?

“Per il terzo anno consecutivo sto lavorando come cameriera in un hotel di Madonna di Campiglio, quindi arriverò a Breganze a settembre, con qualche giorno di ritardo rispetto all’inizio della preparazione. Ma sono impaziente di iniziare questa nuova avventura e spero che i nostri tifosi siano sempre in tanti a sostenerci. Forza Breganze!”.

Ufficio Stampa Futsal Breganze